RANDAZZO: UNA PISTA PER FAR ATTERRARE L’ELISOCCORSO ANCHE DI NOTTE

Non solo collaborazione per garantire il decoro del verde pubblico. Comune di Randazzo e l’Azienda foreste demaniali pongono le basi per far fare al servizio sanitario di emergenza urgenza un bel salto di qualità. Il sindaco, Francesco Sgroi e il capo dell’Azienda foreste demaniali, Antonino De Marco, infatti, hanno sottoscritto un protocollo d’intesa che vede l’Azienda cedere al Comune una delle due piste di atterraggio degli elicotteri utilizzata fino ad oggi per il servizio antincendio, per consentire al Comune di trasformarla in pista di atterraggio diurna e notturna dell’eli – soccorso. «Proprio cosi – dice il sindaco Sgroi – del resto non è la prima collaborazione con l’Azienda foresta. Se oggi il verde pubblico è curato lo si deve all’accordo raggiunto dove per 5 anni il Comune cede all’Azienda forestale parte dei locali del mercato coperto per il ricovero di mezzi, ottenendo in cambio una squadra di operai esperti per la cura del verde urbano. Oggi ritengo che questa importante collaborazione con il dott. De Marco abbia garantito alla città un servizio importantissimo. Abbiamo, infatti, sottoscritto un protocollo dove l’Azienda permette al Comune, in forma stabile e continuata, quindi per sempre, l’utilizzo di una piazzola di atterraggio dell’elicottero all’interno del Parco Sciarone, per farvi atterrare l’elicottero del 118. Il Comune di contro, con una spesa di 47mila euro già stanziati, ammodernerà l’area di atterraggio nel rispetto dei dettami dell’Enav e la illuminerà per consentirne l’utilizzo di notte». E la notizia non è da poco. Randazzo non ha una pista di elisoccorso, con l’elicottero del 118 che fino a oggi è atterrato nel posteggio del campo di calcio. Soprattutto, però fino a oggi non è mai stato possibile far arrivare l’elisoccorso durante la notte. «Rifaremo anche il manto stradale fino all’elisuperficie – continua il sindaco –. La spesa è già stata autorizzata dal Consiglio comunale». Il sindaco indica anche i tempi: «Entro la fine dell’anno il dirigente del Comune individuerà chi deve eseguire i lavori che inizieranno nei primi mesi del 2019. Inaugurerò la nuova elisuperficie notturna con il dott. De Marco che ringrazio a nome città, annunciando che è mia intenzione conferirgli la cittadinanza onoraria per i servizi resi alla mia Randazzo». GAETANO GUIDOTTO Fonte “La Sicilia” del 09-12-2018