BRONTE, POLO TESSILE: PARRINELLO INTERROGA IL PRESIDENTE DELLA PROVINCIA

Nell’attesa che il giudice di Bassano del Grappa risolva la querelle fra la Diesel di Renzo Rosso che, sottraendo fino a togliere del tutto le commesse alla Bronte jeans, ha provocato la crisi nel polo tessile di Bronte, il consigliere provinciale Nunzio Parrinello tiene desta l’attenzione sulla crisi, che minaccia di provocare numerosi licenziamenti con un’interrogazione al presidente della Provincia Giuseppe Castiglione e all’assessore provinciale alle politiche del Lavoro, Francesco Ciancitto, «tendente a sapere quali iniziative l’Amministrazione provinciale di concerto con il Comune ha intrapreso per evitare i licenziamenti», oggi chiede di «sapere se sono state sensibilizzate le autorità competenti, se è stato istituito un tavolo di concertazione tra i rappresentanti delle associazioni di categoria e gli addetti ai lavori e se sono state trovate iniziative da intraprendere per dare soluzioni alla drammatica crisi del polo tessile brontese». «Salvare il Polo tessile era ed è una priorità. – spiega il presidente della Provincia, Castiglione – Per questo abbiamo sensibilizzato tutte le istituzioni che potevano aiutare non solo le aziende brontesi, ma l’intero comparto tessile». Dal canto suo, il Comune ha deciso di affiancare il Consorzio nel contenzioso legale con Diesel, per difendere i posti di lavoro minacciati dalla diminuzione delle commesse, affidando a un legale il compito di intervenire ad adiuvandum».

Fonte “La Sicilia” del 18-09-2010