TRAPANI PREMIATI 35 COMUNI PER LA RACCOLTA DIFFERENZIATA TRA CUI BRONTE, MALETTO E MANIACE

0

Dei 35 centri siciliani che fanno parte della ristretta cerchia del “Club dei Comuni virtuosi” in materia di raccolta differenziata, ben 7 sono nel territorio gestito dalla società Ato Joniambiente, presieduta dal dott. Mario Zappia, che si conferma ancora una volta fra le società d’ambito più efficienti e funzionali dell’Isola. I Comuni sono Bronte, Maletto, Maniace, Fiumefreddo, Giarre, Mascali e S. Alfio, tutti premiati con l'”Oscar” regionale della raccolta differenziata perché nel 2008 hanno raccolto 5 Kg di carta e cartone per ogni abitante. A premiare a Trapani, nella sala delle cerimonie di Palazzo D’Alì, è stato il Comieco, ovvero il consorzio di filiera che si occupa della raccolta differenziata di carta e cartone, promuovendo meccanismi emulativi. «Per noi un grande risultato – ha affermato il presidente della Joniambiente, dott. Mario Zappia – che rende merito ad un lavoro svolto quotidianamente con il duplice obiettivo di salvaguardare l’ambiente e diminuire i volumi di rifiuti da conferire nelle costose discariche. In verità debbo dire – continua – che abbiamo ottenuto lusinghieri risultati in tutti i Comuni, ma in quelli in cui, al di là di qualche problema di natura economica, si è registrata la giusta sinergia fra le Amministrazioni e noi, i risultati sono stati migliori». Soddisfazione è stata espressa dal componente del Cda, Antonello Caruso. «I ringraziamenti – conclude – vanno certamente al Comieco per averci premiato e agli utenti che con i fatti hanno dimostrato di gradire la nostra gestione». Alla premiazione, ospiti del sindaco di Trapani, Girolamo Fazio, sono intervenuti il direttore del Comieco, Carlo Montalbetti, l’ing. Salvatore Raciti dell’Ara ed il senatore Antonio D’Alì. Fra i Comuni ad apprezzare particolarmente il premio stata la piccola Maletto: «Noi ci siamo sempre distinti per la raccolta differenziata – ha affermato l’assessore Arturo Avellina – ed il premio dimostra il livello della qualità della vita e dell’ambiente della nostra Maletto».

L. S. Fonte “La Sicilia” del 11-02-2009