RANDAZZO: SANIFICAZIONE E TRIBUTI LOCALI CONSIGLIERE SCRIVE AL SINDACO CHE REPLICA: «FATTO DA TEMPO»

Due lettere da parte del consigliere Nino Grillo, rappresentante del gruppo consiliare Vivere Randazzo, indirizzate al sindaco Francesco Sgroi e al presidente del Consiglio comunale Alfio Ragaglia per chiedere la sospensione dei pagamenti dei tributi locali per imprese e cittadini e la sanificazione del territorio e degli uffici pubblici di Randazzo. «Si chiede – si legge nella prima missiva – la sospensione di tutti i pagamenti dei tributi locali fino alla fine del mese di agosto e successivamente la loro rateizzazione con una rata minima di 50 euro. Si chiede, inoltre, la sospensione di tutti gli avvisi di accertamento dei tributi locali recapitati e da recapitare». Poi la lettera che chiede la sanificazione, con Grillo che rivendica maggiore coinvolgimento del Consiglio nelle scelte: «Chiediamo – infatti scrive – la sanificazione ambientale di tutto il territorio di Randazzo e degli uffici pubblici, in vista della fine del lockdown».

«Già fatto e da tempo – risponde il sindaco Sgroi – perché per programmare tutto bisogna completare gli iter e reperire le risorse. Presto verrà fatta non la sanificazione, ma addirittura la disinfestazione di tutta la città con un disinfettante a base di cloro che verrà miscelato con sostanze profumate, per evitare disturbi derivanti dall’odore nauseabondo. Ma non solo – continua il sindaco – pensando alla riapertura abbiamo già programmato periodiche sanificazioni degli uffici comunali. Sulla sospensione di tutti i pagamenti dei tributi locali poi, ci ha già pensato il Governo. Noi però non abbiamo soltanto e con piacere preso atto. Appena dopo l’istituzione del lockdown, avendo saputo che venivano recapitate cartelle esattoriali, abbiamo chiesto e ottenuto dalla società di riscossione il fermo dei depositi. Di più – conclude – non so cosa avremmo potuto fare». GAETANO GUIDOTTO Fonte “La Sicilia” del 28-04-2020