RANDAZZO: «LA VARA NON HA MAI RISCHIATO DI RIBALTARSI»

«La ruota della Vara, che è di ghisa, girando si è surriscaldata e dilatata, stringendo il foro centrale che la fa ruotare intorno all’asse. Il risultato è stato che la ruota si è come saldata con il nuovo asse in acciaio, finendo per bloccarsi. Un inconveniente che però non ha provocato alcun problema strutturale al carro. Mai la Vara ha rischiato di ribaltarsi». A spiegarlo è l’ing. Daniele Bisignani che per conto della Basilica di Santa Maria ha effettuato le verifiche statiche e dinamiche della Vara, l’antico carro allegorico di Randazzo, alto ben 20 metri con dei bambini legati fin sulla vetta, che per Ferragosto rappresenta la l’Assunzione della Madonna. Lo ha fatto durante una conferenza stampa organizzata dal sindaco, Francesco Sgroi, per smentire le presunte notizie sulla possibilità che il carro allegorico, durante il suo percorso, abbia rischiato di ribaltarsi sulle case. Il 2018, infatti, è stato un anno sfortunato per la Vara. Prima il rinvio a sabato 25 perché a Ferragosto era incombente la minaccia di un temporale. Poi la tradizionale festosa partenza, ma la festa è stata interrotta in piazza Municipio perché una ruota posta a destra del carro si è bloccata. Allora fu il sindaco Sgroi, dopo essersi consultato con le Forze dell’Ordine e le maestranze della Vara, a decidere di non completare il tradizionale giro e di tornare indietro. Prima della manovra di rientro però si è notata un’oscilla – zione del tronco della Vara ed allora i bambini sono stati fatti scendere. E qui le voci, numerose e contrastanti, hanno cominciato a rincorrersi. «Se rientrando, dietro le absidi della Basilica – ha spiegato padre Massimino – si è verificata qualche oscillazione più accentuata, è stato soltanto a causa del fatto che il basolato di via Umberto è leggermente curvo. Non è stato certo per la ruota bloccata. Certo, in quel momento tutti eravamo condizionati dal clima di rammarico per non aver potuto completare il giro e questo ha accentuato qualche timore, ma che io mi ricordi non si sono verificate scene di panico». «Si sappia – spiega il sindaco Sgroi – che durante il cammino della Vara non è accaduto nulla di grave. Come confermano le certificazioni, la Vara è un carro sicuro dal punto di vista statico. Mai può ribaltarsi. È stato ristrutturato grazie alla raccolta fondi che abbiamo promosso e da sindaco mi sono assicurato che la Basilica, prima della festa, inviasse al Prefetto tutta la certificazione di sicurezza necessaria. Adesso – conclude – dobbiamo lavorare affinché nel 2019 non si verifichino altri inconvenienti». E cosa si farà lo spiega ancora l’ing. Bisignani. «I fori centrali delle ruote – afferma – saranno allargati di 3 millimetri, conferendo tolleranza a possibili dilatazioni. Per essere sicuri, prima del prossimo Ferragosto simuleremo l’uscita della Vara. Appesantiremo il carro di 4000 chili e gli faremo percorrere il tradizionale tragitto. Avremo cosi un funzionale collaudo sui lavori realizzati». GAETANO GUIDOTTO Fonte “La Sicilia” del 04-09-2018