RANDAZZO: «IL COMUNE SARA’ LA CASA DI TUTTI E ASCOLTEREMO TUTTE LE ESIGENZE»

Breve, ma allo stesso tempo emozionante, la proclamazione ufficiale del neosindaco di Randazzo, Francesco Sgroi. Un lungo applauso si è levato quando il presidente del primo seggio elettorale, ha reso ufficiale l’investitura, leggendo la proclamazione. Poi subito la parola a Sgroi: «Ho perso l’abitudine a parlare da questo posto – ha affermato il sindaco, che del Consiglio comunale è stato presidente – Rivolgo un caloroso saluto alla mia città e ringrazio il presidente del primo seggio ed il mio predecessore Michele Mangione, che mi ha accolto al mio arrivo. Ritorno in questi banchi dopo 10 anni e l’emozione è tanta, come la responsabilità che sento sulle spalle. Vi dico soltanto che sarò il sindaco di tutti i cittadini. La campagna elettorale è finita. Oggi insieme, maggioranza ed opposizione, dovremo lavorare fattivamente per risolvere i problemi del paese che sono tanti. Spero che tutti insieme potremo metterci al servizio dei cittadini. Chiudo con un messaggio: la mia sindacatura si caratterizzerà per la totale apertura delle porte del Comune ai Cittadini. Il Comune è la loro casa e si sappia che chiunque abbia un problema da sottoporre gli amministratori, questi sono pronti ad ascoltarlo». Sentite anche le parole dell’ex sindaco Michele Mangione: «Chiunque si scommetta in un ruolo importante come il sindaco sono sicuro che ha l’obbiettivo di creare sviluppo a favore della comunità. Tutti i candidati che si sono scommessi in questa tornata elettorale avevano questo obiettivo. Per questo, da sindaco uscente, sento il dovere di ringraziarli. Agli eletti auguro di vivere una consiliatura costruttiva che guardi sempre allo sviluppo, al neosindaco di perseguire sempre il meglio per la nostra Randazzo». GAETANO GUIDOTTO Fonte “La Sicilia” del 15-06-2018