RANDAZZO: ATTO VANDALICO IN PIAZZA LORETO

Amara sorpresa ieri mattina nella centralissima piazza Loreto. Due panchine di robusto cemento sono state divelte e mandate in frantumi. A vederle a terra sembrava che nottetempo fosse passato l’incredibile Hulk, capace con forza sovrumana di strapparle da terra, sollevarle e nuovamente scaraventarle a terra. Lanciato l’allarme sul posto è arrivata la Polizia municipale di Randazzo che ha iniziato ad indagare sull’accaduto. All’inizio si è pensato ad un involontario incidente provocato dai tir del Job, la carovana per l’orientamento al lavoro, ma questi sono fermi ormai da giorni e giovedì sera le panchine erano ancora in piedi. Esclusa pure la possibilità che qualche auto scendendo a velocità folle dalla via Vittorio Veneto abbia finito la sua corsa contro le due panchine, perché né sulla strada, né sulla piazza vi sono i segni di un possibile incidente. Così, l’unica pista seguita attualmente dalla Polizia municipale rimane quella dell’atto vandalico, un gesto vile contro il patrimonio comunale posto in essere da chi non ha rispetto per le cose pubbliche. «Voglio vederci più chiaro – spiega il sindaco prof. Salvatore Agati – Attendo la relazione ufficiale delle forze dell’ordine. Certo se dovesse trattarsi realmente di un atto vandalico vi dico che purtroppo a Randazzo non sarebbe il primo. Quasi ogni mattina siamo costretti a riparare quando i vandali distruggono di notte». Un fenomeno che non si verifica solo a Randazzo. Per questo molti paesi stanno provvedendo ad istallare telecamere all’infrarosso a guardia delle zone più sensibili. «Un servizio – chiude Agati – che in questo momento il nostro Comune non può permettersi, anche se è certo che qualcosa bisognerà pur fare».

Gaetano Guidotto FONTE LA SICILIA del 27-10-2007