RANDAZZO: INCIDENTE D’AUTO E IL SINDACO PER L’ESCLUSIONE DAI COMUNI TURISTICI

RANDAZZO: SCONTRO FRA 2 AUTO, CONDUCENTI FERITI

Incidente senza gravi conseguenze lunedì sera a Randazzo. All’uscita est della cittadina, all’incrocio fra la Statale 120 e viale Europa, una Fiat Panda ed una Fiat 600 si sono scontrate quasi frontalmente. Dai rilievi effettuati dalla Polstrada di Randazzo sembrerebbe che la 600 guidata da un giovane di 26 anni residente a Castiglione, proveniente dal centro di Randazzo viaggiasse verso Linguaglossa. La Panda, invece, guidata da un 21enne di Randazzo, viaggiando in senso opposto, ha svoltato a sinistra per imboccare il viale Europa, l’urto è stato inevitabile. Entrambi i giovani sono stati trasportati dall’ambulanza del 118 al Pronto soccorso dell’ospedale di Bronte dove i medici hanno riscontrato lievi contusioni ritenute guaribili in pochi giorni

Fonte “La Sicilia” del 23-02-2011 

RANDAZZO: “ESCLUSI DAI COMUNI TURISTICI PRESENTEREMO RICORSO AL TAR”

Non c’è Randazzo fra i Comuni della Sicilia a vocazione turistica individuati dal decreto regionale dell’assessore regionale al Turismo, Daniele Tranchida e nella cittadina è scoppiata la polemica. Il primo ad alzare la voce è stato il sindaco, Ernesto Del Campo. “E’ accaduta la stessa cosa lo scorso anno – dice il primo cittadino – Randazzo nonostante fosse fra i pochi Comuni il cui territorio è fra 3 parchi naturalistici e sia sede di 2 musei, già nel 2010 non è stato inserito nel “Piano settoriale del Dipartimento turismo”. Alle mie vibrate proteste e minacce di ricorso al Tar, l’allora assessore Nino Strano in persona mi assicurò che la Regione avrebbe rimediato alla grossolana dimenticanza, oggi ripetuta con perseveranza. Per questo oggi le assicurazioni verbali non basteranno più e appena il decreto sarà ufficiale presenteremo ricorso”. E in effetti fra i 57 Comuni riconosciuti a vocazione turistica dalla Regione vi sono paesi che per storia tradizioni e monumenti non sono certo pari alla cittadina randazzese. E siccome le località prescelte avranno vantaggi nell’erogazione dei finanziamenti comunitari che saranno messi a bando, Del Campo ritiene che la sua città sia stata danneggiata. A pensarla così anche la società civile. L’ex sindaco Salvatore Agati ha anch’egli protestato con alcuni referenti politici dell’Mpa attualmente al governo della Regione: “Da randazzese – ci dice – mi sono sentito offeso. Ho ricevuto comunque assicurazioni che Randazzo sarebbe stato giustamente inserito fra i Comuni a vocazione turistica”.

Gaetano Guidotto fonte “La Sicilia” del 23-02-2011