RANDAZZO: DOMANI RIAPRIRA’ IL MERCATO CON 34 STAND DEGLI ALIMENTARI «PER LE ALTRE CATEGORIE SI VEDRA’»

Concluso il lockdown, segnali di ritorno alla normalità anche a Randazzo, dove però si sceglie la strada della prudenza. Domattina, infatti, torna il mercato della domenica nell’area sperimentale del quartiere Crocitta. Non tutte le oltre 200 bancarelle, che solitamente rendono vivo e festoso il mercato, però potranno essere allestite. Il sindaco, Francesco Sgroi, dopo essersi a lungo consultato con i tecnici degli Uffici, ha deciso di riaprirlo solo per le 34 bancarelle che vendono generi alimentari. «Il mercato riapre – afferma il sindaco – ma cercando in tutti i modi di rispettare le indicazioni per impedire la diffusione del coronavirus. Per questo il dott. Vincenzo Patorniti dell’Ufficio tecnico del Comune, coordinato dall’architetto Aldo Meli, ha redatto un piano di fruibilità che, se rispettato, metterà al sicuro commercianti e acquirenti. Una decisione condivisa con le organizzazioni sindacali di categoria». Il piano prevede che le 34 bancarelle siano tutte poste all’interno del piazzale antistante al campo sportivo, distanti l’una dall’altra in modo da impedire la vicinanza fra i commercianti.

«Come sapete –continua Sgroi –l’area sperimentale non solo bene si presta ad allestire un mercato come il nostro, ma ci permette anche di regolare i flussi con ordine. La gente entrerà al mercato da un unico accesso, ovvero da via Papa Giovanni Paolo II, opportunamente divisa in 2 sensi di marcia. Ci saranno degli addetti, accompagnati dalla Polizia municipale, che rileveranno la temperatura e forniranno le necessarie indicazioni, perché si potrà accedere al piazzale solo dall’ingresso sud, mentre si potrà uscire solo dai varchi posti ad ovest della piazza. Una segnaletica intuitiva – continua – indicherà che è obbligatorio indossare la mascherina e che non si potrà toccare la merce senza i guanti. Gli spazi laterali alle bancarelle serviranno per garantire il distanziamento fra i commercianti e quindi sarà off limits per i visitatori che potranno avvicinarsi solo frontalmente. È chiaro – conclude – che nel rispetto delle attuali regole del commercio, tutti i mercanti dovranno mettere a disposizione dei clienti sistemi per la disinfestazione delle mani». Ci si chiede però quando il mercato potrà tornare completo. «Lo indicherà l’evoluzione della pandemia – spiega Sgroi –Abbiamo allo studio diverse ipotesi per riaprire il mercato anche altre categorie merceologiche. Se l’emergenza dovesse continuare non è esclusa un’alternanza settimanale fra le categorie merceologiche». GAETANO GUIDOTTO Fonte “La Sicilia” del 13-06-2020