QUOTA MILLE: LAVORI DI RIPRISTINO DELLA STRADA PROVINCIALE

0

Consegnati dall’assessore provinciale alla Viabilità Ottavio Vaccaro, al raggruppamento temporaneo di imprese vincitore dell’appalto, i lavori di manutenzione straordinaria della strada provinciale denominata “Quota Mille”, opera che rientra nell’ambito degli interventi programmati dalla Provincia regionale di Catania sulle strade di propria competenza.  Si tratta di un importante progetto che interesserà una delle principali arterie stradali di competenza dell’Amministrazione provinciale e di cui beneficeranno le comunità dei Comuni di Castiglione di Sicilia, Randazzo, Maletto, Bronte, Linguaglossa e Piedimonte Etneo. Alla consegna dei lavori  hanno partecipato oltre all’assessore provinciale alla Viabilità Ottavio Vaccaro, l’ingegnere capo dell’Ente, il direttore dei Lavori, il responsabile della Sicurezza, il responsabile dell’ Ufficio manutenzione, il sindaco di Castiglione di Sicilia, Claudio Scavera, l’assessore ai Lavori pubblici del Comune di Linguaglossa, Giuseppa Brischetto, i consiglieri provinciali  eletti nel territorio, il consigliere comunale Ninni Cerra, i rappresentanti del Corpo Forestale regionale. Gli interventi programmati, per un importo di circa un milione di euro, prevedono il rifacimento del piano viabile, il potenziamento della segnaletica orizzontale e verticale, la ricostruzione dei muretti parapetto e l’installazione e sostituzione della barriera metallica. I lavori  rivestono particolare importanza in quanto la strada provinciale “Quota Mille” è una delle più  trafficate arterie di collegamento tra i Comuni posti alle pendici del vulcano, percorsa quotidianamente da migliaia di autoveicoli,  pullman di turisti e mezzi pesanti. La lunghezza complessiva del tracciato  è di 25 chilometri  e la sua caratteristica forma “ad anello” permette di unire i due versanti opposti dell’Etna:  Bronte con Linguaglossa. La “Quota Mille”, infatti, si diparte dalla Strada Statale 284 e va a congiungersi, dopo avere attraversato i territori dei Comuni di Randazzo, Castiglione di Sicilia e Linguaglossa, con la ex strada regionale denominata “Mareneve”, altra importante strada della Provincia, anch’essa nei mesi scorsi oggetto di importanti lavori di manutenzione straordinaria. “L’Ente che presiedo interviene con un notevole impegno finanziario sulla “Quota Mille”, così come ha fatto nei mesi scorsi sulla “Mareneve”, in quanto siamo consapevoli che lo sviluppo dei territori amministrati passa anche dall’ammodernamento e della messa in sicurezza delle più importanti vie di collegamento di nostra competenza – ha dichiarato il presidente, Giuseppe Castiglione – . Riscontriamo le legittime istanze dei sindaci ed amministratori locali che troppe volte, nel passato, hanno ricevuto promesse alle quali non sono seguiti i fatti”. Un plauso  alla Provincia  è stato rivolto dai Sindaci di Randazzo, Ernesto Del Campo, di Castiglione di Sicilia, Claudio Scavera e di Linguaglossa, Rosa Maria Vecchio, i quali hanno sottolineato che, finalmente, dopo parecchi anni di attesa, si interviene su di una importantissima strada di collegamento che comporterà enormi benefici all’economia turistica di tutti i comuni che ricadono alle pendici dell’Etna.  “L’intervento che sarà realizzato sulla strada provinciale “Quota Mille”, arteria strategica per il rilancio del turismo e per lo sviluppo economico e sociale dei numerosi comuni del versante Etna  – spiega l’assessore Ottavio Vaccaro – permetterà agli appassionati della montagna e agli amanti della natura incontaminata di recarsi in assoluta sicurezza in alcuni dei luoghi più suggestivi della Sicilia e dal paesaggio spettacolare, come “Monte Santa Maria”, “Cisternazza”, “Piano Provenzana”, e “Grotta del Gelo”. L’importanza strategica della “Quota Mille” e, dunque, dei lavori che verranno realizzati dalla Provincia di Catania, è determinata non solo dall’ingente traffico turistico che la percorre per raggiungere le bellezze paesaggistiche dell’Etna ma anche dalla presenza di numerose aziende e imprese che vedranno così sensibilmente migliorati i collegamenti con conseguenti benefici per la promozione, produzione e commercializzazione dei prodotti dell’agricoltura tipica locale. I lavori dureranno circa quattordici mesi e completati entro il mese di ottobre del 2011.

DA UFFICIO STAMPA PROVINCIA REGIONALE DI CATANIA