PASSOPISCIARO: SCONTRO TRA “LITTORINA” ED UN AUTO

Scontro tra un’auto ed una “littorina” stamane intorno alle 11, al passaggio a livello di Passopisciaro, lungo la strada che scende verso Mojo Alcantara.Una Ford Escort S.W. guidata dal signor S.M. di 45 anni, è stata trascinata dalla littorina sui binari per una decina di metri. Immediati i soccorsi che, fortunatamente, hanno trovato il guidatore in evidente stato di shock, ma, fortunatamente, illeso. Sul posto si sono portati il 118, i Carabinieri, ed i Vigili del Fuoco di Maletto, ognuno per le proprie competenze, la linea ferroviaria è rimasta bloccata per oltre un ora, per rimuovere sia la littorina interessata dall’urto, sia la vettura.  Dopo aver spostato i veicoli, il transito ferroviario e veicolare è ripreso normalmente, ed i carabinieri di Passopisciaro hanno effettuato i rilievi del caso, insieme ad alcuni funzionari e dirigenti della Ferrovia Circumetnea.Non si conoscono le cause dell’incidente, anche se, sembra che il conducente della Ford abbia oltrepassato le semibarriere di un passaggio a livello automatico, proprio mentre sopraggiungeva la “littorina”. Comunque nulla di certo è trapelato dagli enti intervenuti. STAFF www.bronte118.it/

DI SEGUITO L’ARTICOLO DE “LA SICILIA” DEL 02-02-2008

“Uscire vivo da sotto un treno”. L’impresa ha visto protagonista M.E. 45enne di Fiumefreddo, che, a bordo di una Ford Escort sw, a Passopisciaro ha attraversato il passaggio a livello sulla via Castiglione, custodito con semi barriere, proprio mentre sopraggiungeva il treno delle 10,20 per Riposto. Nonostante la frenata del macchinista l’impatto è stato inevitabile e l’auto è stata trascinata per circa10 metri sui binari, senza che il conducente riportasse ferite. L’uomo, ripresosi dallo choc, è uscito dall’abitacolo apparentemente illeso. Sul posto sono giunti i Carabinieri della locale Stazione, i Vigili del fuoco volontari di Maletto e gli uomini del 118. La Fceassicura che le semi barriere erano abbassate e che il sistema automatico del passaggio a livello funziona perfettamente, come gli stessi Carabinieri hanno poi verificato. Il conducente dell’auto, prima ha rifiutato i soccorsi; poi, colto da malore, è finito in ospedale.