OSPEDALE DI BRONTE: I SINDACI CHIEDONO RISPOSTE ALL’ASP

Hanno chiesto un incontro urgente al commissario straordinario dell’Asp 3 Catania, dott. Maurizio Lanza, i sindaci dei Comuni di Bronte, Maletto, Randazzo, Maniace, Cesarò e San Teodoro. A mandare la missiva, a nome dei primi cittadini che usufruiscono dei servizi dell’ospedale di Bronte, è stato Pippo De Luca, sindaco di Maletto, che chiede con urgenza ed insistenza un incontro immediato. «Sono tanti i problemi che affliggono l’ospedale di Bronte –dichiara –con argomenti che si trascinano da anni e che ora vogliamo definitamente chiarire. Abbiamo in sospeso tanti di quei problemi che purtroppo, rendono difficile il lavoro di chi ogni giorno cerca di garantire servizi ai cittadini. Dal dott. Lanza vogliamo capire se ha intenzione di iniziare a dare una svolta ai problemi del nostro ospedale, e che finalmente le chiacchiere fatte finora col suo predecessore diventino realtà. Vogliamo sapere a che punto sono i lavori per ammodernare il Pronto soccorso, quando avremo una nuova Tac e una nuova ambulanza, quando completeranno la fornitura dei letti iniziata da tempo, e infine capire quando avremo la copertura dei posti vacanti e la ripresa dei lavori divenuta ormai una leggenda». Tutte domande che attendono non solo risposte, ma soprattutto fatti, visto che negli ultimi anni il nosocomio di Bronte è stato fortemente penalizzato da lavori di ristrutturazione utili a farlo diventare un ospedale più grande ed attrezzato e che invece hanno decretato una sorta di “coma” da cui non è più uscito negli ultimi anni. Colpa sicuramente di scelte politiche scellerate, che hanno penalizzato un territorio molto isolato e che specie nei mesi invernali ha grossi problemi viari. LUIGI SAITTA Fonte “La Sicilia” del 07-03-2019