MALETTO; SOCCORSO MEDICO DI GUARDIA E AUTOMOBILISTA – LE FOTO

IMG_0778picLascia pesanti strascichi, l’ondata di maltempo che ha investito la Sicilia, nella zona più alta della Provincia di Catania, e soprattutto a Maletto e zone limitrofe. Oltre 20 i centimetri di neve caduta in varie fasi, e che, con la temperatura anche sotto lo zero, ha creato degli strati di ghiaccio che hanno reso pericolosa la viabilità. La Ss 284, ieri mattina, non è stata percorsa da nessun mezzo spazzaneve. Nella serata precedente, uno spargisale ha lavorato fino a tardi, ma poi, la coltre di neve ha superato anche i 25 centimetri nel tratto tra contrada Difesa, e il bivio Dagala Longa, rendendo difficoltoso e poco agevole il transito dei veicoli. Fermi pure le autolinee che solitamente il lunedì, accompagnano tanti pendolari per lavoro o per lo studio, verso Catania, e i pochi che si sono avventurati verso la pianura, lo hanno potuto fare solo con catene o con la littorina della Fce. Solo nella tarda mattinata, la Ss 284 è stata percorsa da uno spazzaneve, che ha migliorato le condizioni di viabilità. A Maletto, strade bloccate, nonostante il lavoro svolto dal personale del Comune. Il piccolo spazzaneve in dotazione, non ha potuto togliere la fitta coltre di neve caduta, e così, molte strade, soprattutto le pericolose discese di cui è ricco il paese, sono tuttora impraticabili. In via Roma, è stato necessario l’intervento dei Vigili del Fuoco, per liberare una Peugeot 306, il cui conducente si è avventurato per la discesa, rimanendo bloccato in mezzo al ghiaccio. I pompieri, hanno spalato parte della strada, fino a consentire al malcapitato di potere proseguire. Gli stessi pompieri, la domenica notte, hanno accompagnato un medico in servizio alla Guardia medica di Randazzo, rimasto bloccato, nonostante le catene, nelle salite fra Bronte e Maletto. Il dottore, è stato prelevato dai Vigili del Fuoco, e accompagnato sul posto di lavoro per evitare disservizi. Anche oggi, i sindaci di Maletto, Salvatore Barbagiovanni, e di Maniace, Antonino Cantali, hanno emesso l’ordinanza di chiusura delle scuole di ogni ordine e grado dei due paesi. Una ondata di gelo che ha paralizzato un intero versante, lasciando anche le edicole di Maletto e Maniace senza i quotidiani.  LUIGI SAITTA Fonte “La Sicilia” del 19-01.2016