GIRO DI SICILIA: MATTEO MALUCELLI VINCE LA PRIMA TAPPA CON LA MAGLIA DELL’ITALIA – FOTO E VIDEO

Una tappa velocissima, con una media di oltre 45 km/h. E’ andata così la prima tappa del Giro di Sicilia, da Milazzo a Bagheria, con 199 chilometri di corsa. Partenza puntuale, con una fuga partita dopo pochi chilometri, e finita a qualche chilometro dal traguardo, quando le squadre si sono messe a spingere per tirare la volata ai velocisti. Tra le squadre protagoniste proprio la nazionale Italiana, che alla fine è riuscita a portare alla vittoria il velocista Malucelli, che ha battuto allo sprint Matteo Moschetti della Trek e Filippo Fiorelli della Bardiani. Tra il gruppo dei primi anche Vincenzo Nibali e Damiano Caruso, in gruppo in una tappa non adatta alle loro caratteristiche.

RISULTATO DI TAPPA: 1 – Matteo Malucelli (Nazionale Italiana) – 199 km in 4h21’36”, media 45.642 km/h, 2 – Matteo Moschetti (Trek – Segafredo) s.t. , 3 – Filippo Fiorelli (Bardiani Csf Faizanè) s.t.

CLASSIFICA GENERALE: 1 – Matteo Malucelli (Nazionale Italiana), 2 – Matteo Moschetti (Trek – Segafredo) a 4”, 3 – Filippo Fiorelli (Bardiani Csf Faizanè) a 6”

LE MAGLIE: Le maglie di leader de Il Giro di Sicilia Eolo sono prodotte con tessuti SITIP e disegnate da GOBIK. Maglia Giallo Rossa, leader della classifica generale, sponsorizzata Regione Siciliana – Matteo Malucelli (Nazionale Italiana), Maglia Ciclamino, leader della classifica a punti, dedicata al Made in Italy – Matteo Malucelli (Nazionale Italiana), Maglia Verde Pistacchio, leader del Gran Premio della Montagna, sponsorizzata Enel Green Power – Stefano Gandin (Team Corratec), Maglia Bianca, leader della Classifica dei Giovani, nato dopo il 01/01/1997, sponsorizzata ENIT – Agenzia Nazionale del Turismo – David Martin Romero (Eolo-Kometa Cycling Team);

Il vincitore di tappa e prima Maglia Giallo Rossa Matteo Malucelli, ha dichiarato: “È la vittoria più bella della mia carriera. Per la maglia che indosso, il posto in cui l’ho ottenuta e la situazione in cui mi trovo. Siamo qui per fare sport, divertirci e dare spettacolo. Questo successo per me è una liberazione, io e i miei compagni vogliamo dimostrare di poter fare ancora bene in questo mondo. Ora, anche con la maglia di leader, mi metterò a disposizione della squadra e di Caruso. Per me sono stati 200 km bellissimi, anche per il paesaggio. Mi piacerebbe venire qui in vacanza con un camper e farmi un bel tour della Sicilia.”

Tappa impegnativa, caratterizzata da un continuo saliscendi su strade ampie attraverso l’entroterra. Si contano solo tre veri attraversamenti cittadini: Mazzarino, Barrafranca ed Enna con le tipiche caratteristiche di dimensioni a volte ridotte. A Enna, in vetta alla salita di ingresso cittadino è posto il GPM di giornata. Finale su strade larghe e ben asfaltate e arrivo in centro a Caltanissetta al termine di una breve risalita. Ultimi km:
Ultimi 3 km leggermente a salire una volta lasciata la strada a scorrimento veloce in direzione del centro città con pendenza mol- to dolce sotto il 2%. Rettilineo finale, ampio e asfaltato di circa 500m. (foto La Presse e Luigi Saitta);