BRONTE: UCCISE NETTURBINO DOPO UNA LITE 4 ANNI E MEZZO

portaro oggiQuattro anni e sei mesi di carcere per Salvatore Portaro, il brontese di 72 anni che il 27 maggio del 2014 ha ucciso con una coltellata Vincenzo Spuches, operatore ecologico di Bronte di 32 anni. Questa la sentenza della prima sezione della Corte di Assise di Catania, che ha condannato l’uomo anche al pagamento delle spese processuali ed al risarcimento dei danni nei confronti delle parti civili, da liquidarsi in separata sede dinanzi al giudice civile. In pratica Portaro dovrà pagare una provvisionale complessiva di 150 mila euro: 100 mila euro a favore di chi al momento esercita la potestà sui figli  minorenni di Spuches rimasti orfani e 50 mila euro ciascuno alla madre, al padre ed el fratello della vittima. Leggendo il dispositivo della sentenza, sembra che il giudice abbia ritenuto l’omicidio colposo, con gli avvocati di Spuches, Nunzio Calanna, Maria Mirenda e Cristina Castiglione che sono riusciti a smontare le tesi della difesa che hanno sostenuto che Portaro avesse ucciso per legittima difesa. Allora la tragedia scoppio in via Annunziata, nel pieno centro storico di Bronte, a causa di una lite per una banale contravvenzione di circa 400 euro. Spuches, guidando l’auto di Portaro, è stato fermato in un posto di blocco e multato perché guidava senza patente. In quell’occasione le forze dell’ordine non si sono limitate a sanzionare il conducente, ma anche il proprietario dell’auto, responsabile di “incauto affidamento” del veicolo. Tanto è bastato per scatenare una lite sotto casa di Portaro, finita in tragedia. Fonte “La Sicilia” del 06-05-2016

RICEVIAMO E PUBBLICHIAMO

L’avvocato Antonio Mencobello,foro Torino, in relazione al vostro articolo del 6 maggio riguardante il proprio assistito Portaro Salvatore ,evidenzia che a fronte della richiesta della Procura Catanese di una pena di 15 anni per omicidio volontario, la Corte di Assise di Catania ha erogato una pena di anni 4 e mesi 6 di reclusione riconoscendo che il Portato nell ‘uccidere Spuches Vincenzo agì in legittima difesa sebbene in eccesso colposo per sproporzione e mezzi usati.Accogliendo così esattamente la tesi della difesa .Per tanto il contenuto Dell articolo da voi pubblicato on line risulta errato in diritto e in fatto per cui ne chiede là rettifica.

Torino,6 maggio 2016

Avvocato Antonio Mencobello.

Un commento

  1. L’avvocato Antonio Mencobello,foro Torino, in relazione al vostro articolo del 6 maggio riguardante il proprio assistito Portaro Salvatore ,evidenzia che a fronte della richiesta della Procura Catanese di una pena di 15 anni per omicidio volontario, la Corte di Assise di Catania ha erogato una pena di anni 4 e mesi 6 di reclusione riconoscendo che il Portato nell ‘uccidere Spuches Vincenzo agì in legittima difesa sebbene in eccesso colposo per sproporzione e mezzi usati.Accogliendo così esattamente la tesi della difesa .Per tanto il contenuto Dell articolo da voi pubblicato on line risulta errato in diritto e in fatto per cui ne chiede là rettifica.

    Torino,6 maggio 2016

    Avvocato Antonio Mencobello.

I commenti sono chiusi