BRONTE: «PRONTO SOCCORSO IN TILT, MANCA IL TRIAGE»

All’appello dei sindaci affinché tutte le criticità che si registrano nell’ospedale Castiglione Prestianni di Bronte trovino soluzione, si unisce anche la voce del consigliere comunale Salvatore Calamucci, che scrive una sentita missiva al sindaco Pino Firrarello, al presidente del Consiglio comunale Aldo Catania, ma in particolare al direttore sanitario del presidio ospedaliero di Bronte e per conoscenza ai direttori generale e sanitario dell’Asp 3 di Catania, per segnalare alcun problemi «emersi in seguito a segnalazioni di cittadini». Il consigliere Calamucci, infatti, nella lettera ha sottolineato come ci siano «carenze di servizi igienici al piano terra del Presidio ospedaliero per cui l’utenza è costretta a entrare nei locali del Pronto Soccorso o in alternativa salire al primo piano, con evidenti difficoltà per i diversamente abili». «Viene –si legge – inoltre segnalata l’assenza di Triage per i pazienti che si recano al Pronto soccorso con conseguente sovraffollamento dei locali, lunghe attese e commistioni di persone con diverso grado di patologia e, quindi, gravissimi ritardi per i pazienti con codici prioritari non registrati». Ma l’argomento più importante che il consigliere Calamucci sottolinea è la condizione dell’Ortopedia: «Ancora più grave – infatti, si legge – la situazione dell’Ortopedia dove è rimasto un solo medico, il dott. Natale Giuffrida. Gli altri 2 sono stati trasferiti a Biancavilla. Questo, nei fatti, rappresenta la chiusura del Reparto di Ortopedia che, con un solo medico, non può garantire le urgenze e non può più effettuare interventi neanche in elezione». Poi Calamucci continua: «Non vorremmo che si privasse la cittadinanza di un servizio importante specialmente in vista della stagione estiva». «I temi presentati dal consigliere Calamucci – replica l’Asp – sono stati in larghissima parte affrontati nel corso di un recente incontro con i sindaci dei Comuni del Distretto sanitario di Bronte. In quella circostanza è stato ribadito l’impegno della Direzione strategica nel reclutamento di dirigenti medici di Ortopedia per far fronte alla carenza che riguarda tutti i Presidi dell’Asp di Catania.

Saranno, pertanto, valorizzate le sinergie fra i Presidi. A breve saranno, inoltre, avviate nuove procedure concorsuali. Intanto è già stato pubblicato un avviso pubblico straordinario per il conferimento di eventuali incarichi a tempo determinato di dirigente medico di Ortopedia e Traumatologia, da assegnare presso le competenti Unità operative. «In merito al triage infermieristico – continua l’Asp – vogliamo rassicurare il consigliere che nonostante non sia previsto, per normativa, un triage infermieristico al Pronto soccorso di Bronte, perché gli accessi sono inferiori ai 20.000 annui, gli infermieri operano comunque una valutazione preliminare. Aggiungiamo anche che i tempi di attesa al Pronto soccorso di Bronte sono i più bassi della Provincia. In ultimo – conclude la nota – vogliamo precisare che tutti gli ambulatori sono dotati di servizi igienici». Fonte “La Sicilia” del 18-05-2022