BRONTE: PISTACCHIO SINONIMO ANCHE DI BENESSERE E BELLEZZA

L’assessore La Via: “La promozione e sufficiente adesso bisogna aumentare la produzione” BRONTE – (4 Ottobre 2007) – E’ già particolarmente cospicuo il numero di visitatori della sagra del pistacchio targata 2007. Ogni pomeriggio gli stand sono stati presi d’assalto dai turisti, attirati soprattutto dagli spettacoli serali soprattutto in occasione dei concerti di Simone Cristicchi e Paolo Meneguzzi. Il ricco programma ha previsto anche un momento per riflettere sulla valorizzazione del pistacchio con il convegno “Il pistacchio benessere e bellezza”, cui hanno partecipato l’europarlamentare Giuseppe Castiglione e l’assessore regionale all’Agricoltura Giovanni La Via. I lavori sono stati aperti dal vice sindaco Nunzio Calanna, con la prof. Antonella Saija, ordinario di farmacologia dell’Università di Messina che ha sottolineato le qualità antiossidanti e salutistiche del pistacchio, cui si possono ricavare estratti per uso topico contro l’invecchiamento della pelle come ha spiegato il prof. Francesco Bonina, ordinario di Tecnologie farmaceutiche dell’Università di Catania. Interessanti le relazioni del prof. Luciano Privitera, direttore del Consorzio tecnico scientifico dell’Università di Milano, di Mr. Thomas Costenoble, responsabile vinopres di Bruxelles, che ha fatto apprezzare l’accostamento dei vini con il pistacchio, del dott. Massimo Bigiali, presidente ordine ristoratori, del dott. Dario Caltabellotta e dell’on. Pippo Limoli. “La strategia di valorizzazione del pistacchio – ha affermato l’assessore Giovanni La Via – passa attraverso la Dop. La Regione ha già approvato il provvedimento, trasferendo tutto il Ministero.  Ritengo che nei prossimi sei mesi il Pistacchio di Bronte possa ottenere questo importante riconoscimento. Inoltre nella programmazione dei fondi strutturali abbiamo inserito risorse cospicue per la promozione dei prodotti tipici a marchio comunitario, anche se ritengo che il pistacchio di Bronte non abbia più bisogno di promozione, ma di vedere applicati i risultati della sperimentazione per aumentarne la quantità e la frequenza di produzione”. Concetto ribadito anche dall’on. Castiglione: “Ricordo i primi passi compiuti per la valorizzazione del pistacchio di Bronte – ha affermato – adesso bisogna continuare a fare ricerca per raggiungere gli obiettivi”. Domani sera alle 17 l’apertura degli stand sarà contrassegnata dalle marce della banda, dagli spettacoli degli artisti di strada e dall’equiraduno delle Giacche verdi. Alle 18 festeggeranno i nonnini in piazza Gagini, ed alle 19 sfileranno le auto d’epoca. Attesa invece in piazza Castiglione alle 21 la finale provinciale di Miss Etna organizzata da Pietro Galvagno.

GAETANO GUIDOTTO