BRONTE: PASSERELLA CHIUSA SULLA SS 120, AL VIA I LAVORI PER IL NUOVO PONTE; SOCCORSI 2 TURISTI

0

Da ieri mattina la passerella sul fiume Simeto della Ss 120, in contrada Bolo, nel tratto Bronte – Cesarò, è chiusa al traffico. Alle 9 in punto il sorvegliante Salvatore Cunzolo, il capo nucleo della strada Bartolomeo Ficili e l’ispettore del cantiere per l’Anas, Francesco Famà, dopo il sì del direttore dei lavori, l’ingegnere dell’Anas, Massimiliano Campanella, hanno chiuso la strada, dirottando il transito sulle provinciali. L’interruzione, che da programma dovrà durare non più di 10 giorni, ovvero fino a mercoledì 22 settembre prossimo, si deve ai lavori di realizzazione della “spalla” del nuovo ponte dal lato di Cesarò, ultimo sforzo prima di passare alla realizzazione del ponte vero e proprio sopra i piloni già pronti. Così, come accadeva ogni volta che la piena del fiume superava il livello della strada, gli automobilisti che devono attraversare il Simeto, in questi 10 giorni, sono costretti ad allungare il percorso di ben 8 chilometri. Chi proverrà da Randazzo deve imboccare, in contrada Serra, la provinciale che conduce a Bronte e svoltare a destra sulla strada provinciale 165 fino a rimettersi sulla Ss 120. Stesso percorso, ovviamente in senso inverso, per chi proviene da Cesarò. «Per costruire la spalla del nuovo ponte – dice Famà – ci vorranno 10 giorni. La riapertura della passerella al transito è prevista per le 17 di giorno 22». La fine dei lavori, invece, è prevista a dicembre, prima di Natale, quando le auto potranno passare sul nuovo ponte lungo 163,3 metri, a 8 luci da circa 20,5 con piloni alti e robusti abbastanza da non far più temere la piena del Simeto.

Gaetano Guidotto fonte “La Sicilia” del 14-09-2010

BRONTE: SOCCORSI 2 TURISTI AUSTRIACI

Due turisti austriaci in vacanza a Bronte, mentre effettuavano l’escursione in zona Grotta delle Nevi, hanno perso l’orientamento nella tarda serata, ritrovandosi nel territorio di Adrano. Alcune persone hanno prestato aiuto ai due turisti, che sono stati accompagnati al distaccamento della Forestale di Adrano. Nunzio Leone, fonte “La Sicilia” del 14-09-2010