BRONTE: INIZIATA LA REALIZZAZIONE DELLA RETE FOGNARIA E DELLE VASCHE SPECIALI

Questa è una data storica per contrada Serra, la ridente frazione del Comune di Bronte, sita qualche chilometro a valle del centro storico sulle sponde del fiume Simeto. Sono iniziati, infatti, i lavori di realizzazione della rete fognaria e delle speciali vasche che permetterà alla società che ha presentato il progetto e che si è aggiudicata i lavori con il sistema del project financing, di prelevare i reflui e portarli nel depuratore di Bronte. Da sempre, infatti, gli scarichi dei residenti finiscono nei cosiddetti “pozzi neri”, con tutte le difficoltà e il disagio che questo comporta non solo per le famiglie, ma anche per l’ambiente, visto che a due passi scorre il fiume. Per questo l’Amministrazione comunale, guidata dal sindaco, Graziano Calanna, ha fatto il possibile per accelerare l’iter di approvazione del progetto presentato, e ieri la società ha preso possesso del cantiere alla presenza del sindaco Graziano Calanna. «Per questo progetto il lavoro e l’impegno sono stati tanti – afferma subito il primo cittadino –. Oggi però possiamo dire di avercela fatta. E la giornata non è storica solo per i residenti di contrada Serra, ma per tutta Bronte. Contrada Serra, infatti, di Bronte è una delle zone più belle e chi vi risiede inseguiva questo progetto da circa 20 anni. Per questo non nascondo l’orgoglio e la soddisfazione di essere riuscito a colmare una inaccettabile lacuna. «Per me – ribadisce – i residenti meritano un premio per la pazienza che hanno avuto in questi lunghi anni. Siamo riusciti a restituire loro quella dignità che meritano». Il costo dei lavori ammonta a 932mila euro. Si realizzerà una funzionale rete fognaria i cui reflui saranno raccolti in delle speciali vasche e trasportati nel depuratore comunale, dove saranno trattati. «Ringrazio – aggiunge il sindaco – l’Ufficio tecnico del Comune che ha dovuto ottenere il nulla osta da Il progetto prevede che i reflui siano prelevati e portati nel depuratore diversi enti fra cui l’Asp e dell’Arpa e tutti coloro che hanno lavorato per questo progetto. Ringrazio la mia squadra di assessori e consiglieri comunali, sempre fondamentale per raggiugere gli obbiettivi prefissati e fra questi anche gli ex assessori Francesco Bortiglio e Antonino Currao. Perché quello di oggi – conclude – è solo uno dei traguardi raggiunti per una Bronte che vogliamo sempre più al servizio di tutti, ripeto ed evidenzio di tutti i sui residenti».  Fonte “La Sicilia” del 08-07-2018