BRONTE: INAUGURATE TRE NUOVE AULE ALLO SCIENTIFICO DI BRONTE

0

Il liceo scientifico di Bronte da oggi ha tre nuove aule, realizzate dalla Provincia regionale di Catania. Ad inaugurarle è stato il sindaco di Bronte, Pino Firrarello, assieme al presidente della Provincia Giuseppe Castiglione che prima di tagliare il nastro, hanno partecipato all’inaugurazione dell’anno scolastico, organizzata dalla dirigente scolastica Grazia Emanuele, a cui hanno partecipato tutti gli istituti del Capizzi, che ingloba pure il Classico e l’Ipsia. Un momento di festa che ha vissuto anche un minuto di raccoglimento per ricordare non solo le vittime dell’alluvione del messinese, ma anche i soldati caduti in Afganistan e 3 compagni, Emanuele, Fabian e Francesco che non ci sono più. Alla manifestazione hanno partecipato l’assessore provinciale all’Edilizia scolastica, Giovanni Ciampi, ed il dirigente del Csa di Catania, Raffaele Zanoli, insieme ai sindaci di Randazzo e Maletto, rispettivamente Ernesto Del Campo e Pippo De Luca. “Questi per i ragazzi – ha affermato Nunzio Calanna assessore alle politiche scolastiche del Comune – sono momenti importanti che contribuiscono alla loro formazione e che ricorderanno a lungo”. Poi la Messa officiata da padre Giuseppe nella palestra della scuola, prima della visita ufficiale delle nuove aule. “Era un impegno preciso da parte della Provincia – ha affermato il presidente Castiglione – rendere più agevole lo svolgimento delle attività didattiche in un Istituto il cui indirizzo è particolarmente gradito ai giovani di Bronte e dei Comuni vicini. L’impegno non si esaurisce qui – conclude Castiglione – perché a Bronte realizzeremo un polivalente con 30 aule”.  “Questo istituto da quando è stato istituito, – ha aggiunto il sindaco assieme all’assessore Pippo Pecorino –nonostante noi avessimo realizzato 2 nuove aule esterne, ha vissuto una condizione di emergenza dettata dal continuo aumento degli iscritti. Di conseguenza avevamo bisogno dell’intervento della Provincia che, con queste aule, permette all’Istituto di organizzare meglio le proprie attività didattiche”.

L’Addetto stampa Gaetano Guidotto