BRONTE: DOSSI “INVISIBILI” E ALCUNI DISAGI

Una misura di sicurezza a tutela dei pedoni e dei residenti diventa motivo di proteste e discussioni sui social, con cittadini scatenati a difendere questa o quella posizione. Un dibattito scatenato dall’installazione di dossi artificiali che da qualche giorno sono stati posizionati in viale Kennedy, in via Mosè, e in via Cilea – Baracca a Bronte. Una misura di sicurezza prevista dal codice della strada e che dovrebbe rendere più sicura la viabilità in queste importante arterie spesso interessate da gravi incidenti stradali. In tanti hanno protestato per i lavori che in un primo tempo hanno creato qualche disagio, infatti, la messa in posa dei dossi è stata eseguita qualche giorno fa, e la verniciatura che permette di vederli da lontano solo ieri.

Così tanti automobilisti, si sono accorti del cambiamento solo dopo averli “testati” con gli ammortizzatori. «I dossi non potevano essere dipinti subito – dichiara il sindaco Calanna – perché il materiale doveva asciugare, era comunque presente la segnaletica verticale necessaria. Li abbiamo installati a tutela della sicurezza dei cittadini». LUIGI SAITTA Fonte “La Sicilia” del 07-07-2019