BRONTE: DOMANI SI INAUGURA LA PRIMA CHIESA SYRO ORTODOSSA

Domani, 3 Luglio 2019 Solennità della Festa di San Tommaso Apostolo verrà Inaugurata dal Vicario Episcopale la Prima Chiesa Syro Ortodossa con Regolare Successione Canonica di San Tommaso Di Malabar ( D’India ) e San Pietro di Antiochia a Bronte; Tale Chiesa ha Origini dalla Chiesa Cristiana Siriaca del Malabar ( attuale Kerala, India settentrionale “Pakistan” ) frutto del evangelizzazione di San Tommaso Apostolo discepolo di Cristo nel 56 Dopo Cristo, ramificatasi col tempo nella tradizione Syro Antiochena sotto la giurisdizione nonché protezione Canonica del Patriarcato di Antiochia con sede in Damasco frutto del Evangelizzazione in Antiochia di San Pietro Apostolo di Cristo, guidata dall’attuale Patriarca Ignatius Aphrem II.

Tale Chiesa è in Comunione Parziale con la Chiesa Cattolico Romana poiché Monofisita quale riconosce il Papa come Vescovo nonché Patriarca della Chiesa Occidentale, ma non gli riconosce, attribuisce, il Primato Pietrino come primo fra tutti alla guida della chiesa a livello Universale nonché come Vicario di Cristo in terra.. Il Vicario Episcopale rilasciando un intervista dichiara: “dobbiamo mirare e guardare avanti nell’Amore di Cristo quale tutto unisce, per tanto tanto in virtù al Dialogo Ecumenico quale non deve essere solamente una questione di facciata, preghiamo il Signore affinché guidati dallo Spirito Santo che dà amore e Vita, che un giorno la Chiesa quale Corpo Mistico di Cristo, possa tornare ad essere realmente come lo era in origine Una, Santa, Cattolica “Universale” Apostolica.. come proclamata con il Credo indetto al Concilio di Nicea da L’imperatore Costantino, proprio per Unificare la Chiesa di Cristo che in principio fu proclamata Chiesa di Stato del Impero Romano, basata su una ( Pentarchia ) alla guida di cinque patriarchi: Antiochia, Alessandria D’Egitto, Gerusalemme, Costantinopoli, e Occidente “Impero Romano” in seguito interrotta a causa del Grande Scisma del 1054, qualche secolo dopo la morte del Imperatore Costantino. Dunque professando la nostra fede ed affidando tutto sotto il Manto della Santa Madre Vergine Maria, Madre di Cristo e della Chiesa affinché per sua intercessione ciò un giorno possa accadere”. La chiesa sarà aperta in via Minissale 35.