BRONTE: CONCLUSO IL PROGETTO SULLA SAGGEZZA DEI NONNI

Si è concluso al residence per anziani “San V. De Paoli- Padre Marcantonio” di Bronte, il progetto “Saggezza dei nonni – Passione dei giovani”. L’iniziativa, nata dalla collaborazione tra il Comune di Bronte e il residence, aveva lo scopo di far conoscere alle nuove generazioni il modo di vivere a Bronte nella prima metà del ‘900. E l’idea, condivisa dal sindaco Graziano Calanna, dal dott. Biagio Meli e dal presidente del residence, sacerdote Luigi Minio (che ha coordinato il progetto insieme alla dott.ssa Rosa Saitta), ha visto per oltre un anno un nutrito gruppo di anziani e di giovani riunirsi settimanalmente per rievocare il modo di vivere a metà dello scorso secolo. Si è raccontato come si combinavano i matrimoni, come si conducevano i fidanzamenti, come avvenivano le nascite, il modo di educare i ragazzi, le attività lavorative, la vita dei campi, i mestieri scomparsi e tante altre abitudini. Poi questi ricordi sono stati conservati in alcuni libretti messi a disposizione di tutti. Testimoni particolarmente attivi e preziosi collaboratori, fra gli altri, sono stati Antonino Meli e la moglie Lucia Castiglione, Nunzio Prestianni e la moglie Giuseppina Capizzi, Antonio Romano, Carmela Mancani, il prof. Antonino Galvagno, Biagio Zingale, Antonino Meli, lo storico Franco Cimbali, il dott. Nino Travaglianti, il poeta Giuseppe Melardi, la prof.ssa Mariuccia Gangi, Pina Prestianni ed i giovani della Pro Loco Emanuele Caruso, Vincenzo Russo. «È stata una bella iniziativa – ha detto il sindaco Calanna – siamo riusciti ad avvicinare generazioni distanti fra loro, facendo trascorrere a nonni e nipoti momenti formativi» . Fonte “La Sicilia” del 27-06-2018