BRONTE: COME FARE SE UN BIMBO RISCHIA DI SOFFOCARE

0

Si è conclusa a Bronte la lezione interattiva sulle “Manovre di disostruzione delle vie aeree in età pediatrica”. Voluta da Marco Poti, commissario del gruppo volontari del soccorso della Croce Rossa italiana di Bronte, in collaborazione con l’assessore del Comune di Bronte, Enzo Bonina, la lezione ha fornito indicazioni e mostrato come intervenire correttamente nel caso in cui un minore stia per soffocare per aver ingerito un corpo estraneo. Le manovre sono state mostrate da una equipe di istruttori della Croce rossa guidati da Maria Cristina Riso. Presente anche il commissario provinciale Stefano Principato. “L’obiettivo quotidiano della Croce Rossa è aiutare chi è in difficoltà. – ci dice Poti – E far conoscere queste semplici manovre può salvare una vita”. “E’ stata – ha aggiunto l’assessore Bonina – una bella occasione per fornire a tutti i fondamentali per eseguire un soccorso adeguato, utile non solo per i bambini, ma anche per gli adulti. Spiegare brevemente come intervenire non è semplice – conclude Bonina – invito quindi tutti a seguire questi corsi almeno una volta”. Alla Croce Rossa il plauso ed i complimenti anche del sindaco, Pino Firrarello, secondo i dati della “Società italiana di pediatria”, ogni anno in Italia circa 50 bambini perdono la vita per soffocamento da corpo estraneo. Fra questi il 27% sono favoriti dalla incapacità di chi interviene nei primi drammatici momenti. Non sapere come agire provoca errori: prendere per i piedi un bambino di solito, infatti, cagionano la morte:

L.S. Fonte “La Sicilia” del 29-04-2012