BRONTE: CASSA INTEGRAZIONE IN RITARDO AGLI OPERAI TESSILI

0

Buone notizie per gli operai del settore tessile di Bronte, che attualmente usufruiscono della cassa integrazione a causa della crisi derivante dal calo delle commesse alle aziende brontesi. L’ufficio Inps di Catania, infatti, velocizzerà l’erogazione delle spettanze ai lavoratori, pronti a segnalare pesanti ritardi. Né da notizia il sindaco di Bronte, Pino Firrarello, che qualche giorno fa ha ricevuto una lettera con cui la Cgil lanciava l’allarme: “Facciamo presente – si legge tra l’altro nella nota – che 30 dipendenti dell’azienda Brontejeans aspettano ancora la liquidazione della cassa integrazione straordinaria del periodo luglio – ottobre 2010, nonostante sia stata decretata, e che l’azienda abbia fornito all’istituto tutta la documentazione necessaria”.  “Si comunica inoltre – continua la Cgil – che altri 100 dipendenti delle aziende “Artigianato tessile” e “Rossonero confezioni” sono ancora in attesa di liquidazione della cassa integrazione ordinaria per il periodo settembre – ottobre”. “Appena ho avuto notizia della situazione – ha affermato Firrarello – ho deciso di telefonare all’Inps per chiedere di velocizzare tutti gli iter burocratici ed evitare possibili ulteriori ritardi. Non è pensabile, infatti, che, oltre alla crisi occupazionale che stiamo vivendo, a peggiorare la situazione ci si mettano pure dei ritardi burocratici che dobbiamo fare tutto il possibile per evitare. Infatti, non aggravare la già pesante situazione economica di tutte quelle persone che non stanno lavorando ormai da mesi e che attendono con speranza da un momento all’altro un ristabilimento della situazione economica. Ringrazio l’Inps di Catania – conclude Firrarello – per aver preso a cuore il caso di Bronte, annunciandomi di provvedere al più presto a risolvere ogni tipo di problema dovesse presentarsi”.

L.S. Fonte “La Sicilia” del 01-03-2011