«BRONTE, ACQUISTEREMO NUOVA TAC E AMBULANZA CON RIANIMAZIONE»

«Sei mesi per comprare una nuova Tac per l’ospedale di Bronte ed è in programma l’acquisto di una nuova ambulanza con la rianimazione». Sono i tempi che il commissario dell’Asp 3 di Catania, Maurizio Lanza, ha comunicato ai sindaci del versante settentrionale dell’Etna e quello meridionale dei Nebrodi durante un incontro tenuto a Catania nella sede dell’Asp e voluto dai primi cittadini che da tempo chiedono il potenziamento dell’unica struttura ospedaliera del versante nord dell’Etna. Ma la notizia più importante che il commissario ha comunicato ai primi cittadini e che l’iter per riprendere i lavori dell’ospedale iniziati nel 2007 e mai completati non è poi così difficile. All’incontro hanno partecipato il sindaco di Bronte, Graziano Calanna, con i colleghi di Maletto Pippo De Luca, Maniace Nino Cantali e Cesarò Salvatore Calì. Con lo anche l’assessore Ernesto Di Francesco ed il consigliere Angelica Prestianni di Bronte, il consigliere comunale di Maletto Domenico De Gennaro ed il presidente del Consiglio comunale di San Teodoro Salvatore Agliozzo. All’incontro ha partecipato anche l’ex senatore Pino Firrarello. Nutrita la presenza dei dirigenti dell’Asp che hanno risposto alle perplessità dei sindaci e annotato le indicazioni di Lanza che, con grande sorpresa per tutti ha affermato: «Per quanto riguarda gli annosi problemi della ripresa dei lavori, abbiamo individuato la soluzione per riprenderli. Stiamo approfondendo la questione con la Prefettura. La procedura dovrebbe permettere di conseguire il risultato in tempi brevi». Ma Lanza ha rassicurato i sindaci anche sulla querelle della nuova ambulanza promessa a Bronte ed assegnata altrove e sulla Tac che a Bronte ormai è vetusta e sempre guasta: «Compreremo una nuova ambulanza esclusivamente per Bronte, mentre in 6 mesi compriamo una nuova Tac». E se Firrarello ha posto l’accento sulla necessità dell’arrivo di validi medici che suppliscano alla mancanza dei primari, Lanza ha affermato: «È necessario puntare sulle risorse professionali del territorio, valorizzarne le competenze e far crescere cosi l’appeal della struttura». «Io ringrazio il commissario Lanza per aver accolto le richieste dei sindaci –ha affermato a noi dopo l’incontro Graziano Calanna –Troppe volte l’Asp ha promesso e non mantenuto. Per questo la nostra attenzione è massima. Continueremo a lavorare in sede politica per ottenere di più per l’ospe – dale. Per adesso aspettiamo di inaugurare l’ambulanza, la Tac e la ripresa dei lavori». Fonte “La Sicilia” del 03-04-2019

Presenze al vertice sull’ospedale A seguito dell’articolo pubblicato ieri a pagina 40 dal titolo “Bronte, acquisteremo nuova Tac e ambulanza con rianimazione” si precisa che all’incontro era presente anche l’assessore del Comune di Randazzo, Maria Mancuso e che il sindaco di Bronte, Graziano Calanna, dopo aver incontrato il commissario Maurizio Lanza, si è allontanato dal vertice per impegni precedentemente assunti, lasciando all’incontro l’assessore Ernesto Di Francesco. Fonte “La Sicilia” del 04-04-2019