BRONTE: 15 MULTATI PER SCARICO ABUSIVO DI RIFIUTI

0

Nonostante i controlli con le relative contravvenzioni che non solo a Bronte, ma nell’intera provincia di Catania, vengono quotidianamente effettuati, nel tentativo di limitare il fenomeno degli scarichi abusivi dei rifiuti, purtroppo c’è chi ancora si ostina a non voler fare la raccolta differenziata, ed a gettare per strada i propri sacchetti dell’immondizia. Sono ben 15 le contravvenzioni che la Polizia municipale di Bronte sta perfezionando nei confronti di altrettanti residenti nei Comuni di Bronte, Maletto e Maniace che, incuranti delle ordinanze, hanno ben pensato di gettare in campagna i propri rifiuti. A seguito di un controllo del territorio effettuato dal personale dell’Ufficio Ambiente, infatti, sono state individuate 3 micro discariche a cielo aperto nelle zone in prossimità del cimitero, in contrada San Nicola che i brontesi conoscono meglio come  (Collegetto), ed in contrada Difesa, verde panorama dell’Etna fra Bronte e Maletto. Bene, in queste zone nel periodo fra le feste della Liberazione ed del Lavoro, il Comune di Bronte ha purtroppo preso atto che la gente aveva incivilmente trasformato aree uniche dal punto di vista ambientale in discariche. Ovviamente sono subito stati disposti gli atti per la pulizia dei luoghi, che purtroppo graveranno nelle tasche di tutti i cittadini, ma ovviamente sono anche scattati i controlli. Personale specializzato ha aperto i sacchetti, trovando all’interno documenti e prove inconfutabili per risalire al proprietario. Molti, infatti, fra i rifiuti hanno gettato bollette e contravvenzioni non pagate, cartelle esattoriali inviate dall’Agenzia dell’Entrate e documenti della Camera di commercio. C’è stato pure chi ha messo in una borsa di plastica e gettato in campagna il libretto sanitario dell’anziano genitore defunto da qualche giorno.  Tutti documenti, insomma, che hanno conferito al sacchetto il nome ed il cognome del proprietario. Così i documenti sono stati considerati prova e di conseguenza fotografati e sequestrati, con la Polizia municipale di Bronte che adesso provvederà a convocare i presunti responsabili e notificare una sanzione di 200 euro ciascuno. “Purtroppo – ci dice l’assessore all’Ecologia ed all’Ambiente, Biagio Petralia – nonostante il nuovo servizio di raccolta differenziata, ci sono molti cittadini che si ostinano a gettare sacchetti di rifiuti non differenziati ovunque. Non è la prima volta che questo ufficio in sinergia con la Polizia municipale provvede ad individuare e sanzionare chi si scarica rifiuti abusivamente. A loro vanno i miei ringraziamenti, ma l’augurio è che presto questi fenomeni finiscano e che il territorio venga rispettato iniziando da un quotidiano conferimento corretto dei rifiuti differenziati”. Petralia però nonostante ciò è fiducioso: “Il nuovo servizio di raccolta differenziata – infatti continua – è iniziato da circa 5 mesi. La maggior parte si è abituata ed effettuata correttamente il conferimento della raccolta differenziata. Purtroppo però bastano poche decina di persone su migliaia a gettare in un luogo di campagna i rifiuti, che quella zona diventa una discarica”. Sull’episodio è intervenuto anche il sindaco Pino Firrarello: “Se il servizio di raccolta dei rifiuti non funziona a dovere – afferma – invito i cittadini a segnalarlo, affinché i problemi vengano risolti. Ma i cittadini evitino lo scempio delle nostre campagne”.

L’addetto stampa Gaetano Guidotto