A MANIACE LA FALLA NELLA CONDOTTA IDRICA GENERA UN GEYSER E CESARO’ RESTA A SECCO

Una grossa perdita, originata da una falla nella condotta ormai obsoleta, ha lasciato a corto di acqua i residenti di Cesarò. Il guasto, nel pozzo Acoset di Maniace, è stato scoperto ieri mattina, con una perdita che saliva verso l’alto per parecchi metri, visibile a grande distanza. Per sistemare il guasto è subito intervenuto il Comune di Cesarò, che ieri ha effettuato la riparazione, anche se, a causa di un altro guasto alla condotta, lungo il tragitto che dal pozzo porta l’acqua nel Comune, che entro oggi dovrebbe essere riparato, l’erogazione subirà qualche problema. «Appena saputo del guasto ci siamo messi al lavoro – dichiara Salvatore Calì sindaco di Cesarò –e il guasto nei pressi del pozzo è stato riparato, anche perché perdeva una grossa quantità di acqua; entro oggi tutto dovrebbe tornare a posto».

ùUn problema, quello dell’acqua a Cesarò, che si trascina da anni, e che purtroppo ha un costo non indifferente per tutti i cittadini. Cesarò preleva l’acqua dalle sorgenti di Maniace, e per arrivare sui Nebrodi l’acqua ha bisogno di una grossa spinta data da potenti pompe elettriche che per il funzionamento hanno un costo non indifferente, soprattutto dopo i recenti aumenti dell’energia elettrica che potrebbero aggravare costi. LUIGI SAITTA Fonte “La Sicilia” del 26-03-2022