RANDAZZO: UNA SECONDA LINEA ELETTRICA A MONTELAGUARDIA

Buone, anzi buonissime notizie per i residenti di Montelaguardia, verde frazione di Randazzo. L’Enel ha assicurato che realizzerà la seconda linea elettrica che dovrebbe far risparmiare agli abitanti i lunghi black out elettrici durante le piogge intense. Dopo l’ennesima interruzione del servizio alcuni residenti hanno deciso di protestare e denunciare i disservizi al nostro giornale.
A seguito della protesta i tecnici dell’Enel sono venuti a Montelaguardia per ascoltare i loro problemi; oggi poi la decisione di risolvere il problema. «Nel ribadire – si legge in una nota – che l’attuale rete elettrica è assolutamente adeguata per soddisfare le esigenze della frazione di Montelaguardia, Enel, a seguito di un incontro con gli abitanti, ha deciso di realizzare una nuova linea per collegare la cabina elettrica della frazione ad una linea a media tensione. Il nuovo collegamento consentirà così una doppia alimentazione della cabina e, quindi, in caso di guasto su quella attualmente esistente, l’alimentazione arriverà dalla seconda». L’Enel ci indica pure i tempi di realizzazione: «Nelle prossime settimane, – infatti si continua a leggere – ultimata la progettazione, i tecnici Enel avvieranno l’iter per acquisire le necessarie autorizzazioni e servitù. Ottenute le autorizzazioni saranno, poi, necessari due mesi per realizzare e mettere in esercizio il tratto di linea indicato». Ma non è finita. L’Enel ha annunciato inoltre che saranno effetturati la manutenzione straordinaria e il rinnovamento di alcune parti della cabina elettrica di Montelaguardia. Intervento che, secondo le previsioni, i tecnici completeranno, anche in questo caso, in circa due mesi.

RANDAZZO Lezioni di primo soccorso all’«Enrico Medi»
Lezioni di primo soccorso e incitamento al volontariato per tutti gli studenti dell’«Enrico Medi» di Randazzo e del liceo classico, all’interno di un progetto di educazione alla salute, realizzato dalla prof.ssa Anna Contarino. A tenere le lezioni sono stati i volontari della Misericordia di Randazzo, che hanno impartito le manovre fondamentali da effettuare in caso di necessità. Il corso è stato proceduto da una relazione del dott. Antonino Caggegi, che ha messo in rilievo l’opera preziosa della Misericordia di Randazzo guidata dalla governatrice Mollica Simona.
Gaetano Guidotto fonte “La Sicilia” del 18-04-2012