RANDAZZO: IN UN MESE 150 GUARITI TEST AL CD “DON MILANI” BRONTE, ESTESO IL WI-FI

Curva dei contagi stabile a Randazzo. Lo annuncia il sindaco Francesco Sgroi che, informando la città afferma che i casi positivi sono 77. «Ci sono stati circa 150 guariti in 30 giorni – afferma – Attenzione però: il covid non è sparito e qualche contagio si registra ancora. Per questo l’Asp ha effettuato circa 600 tamponi. Di questi 206 fra studenti e docenti dell’istituto De Amicis, dove sono risultate positive 4 persone. Per questo abbiamo deciso di sanificare l’intero Istituto. Inoltre sono stati sottoposti a tampone gli scolari del Circolo Don Milani, dove fortunatamente non abbiamo trovato positivi». Attenzione anche nel Palazzo municipale dove un dipendente del Comune è risultato positivo. «Questo ci dà ancora una volta la prova – continua il sindaco – che bisogna prestare attenzione. La situazione epidemiologica del nostro paese è certamente migliore rispetto ad altri, ma non possiamo certo abbassare la guardia. Nella prima metà di ottobre i contagi sono arrivati quasi a 200 ed interrompere la convivialità attraverso la zona rossa è servito». Tutto sommato stabili i numeri anche a Bronte dove però l’ultimo rilevamento ha evidenziato più di 400 casi covid. Per questo il sindaco di Bronte, Pino Firrarello, ha digitalmente firmato una richiesta di finanziamento alla Protezione civile regionale. Serviranno a coprire, oltre alle spese di funzionamento del Coc (Centro Operativo Comunale), per effettuare pulizie straordinari e disinfestazioni, la sanificazione degli uffici pubblici, delle caserme e delle scuole ed a sostenere le spese per i presidi di controllo del territorio.

Soprattutto però serviranno allo smaltimento dei rifiuti di tipo A. Non solo però. In tempi di didattica a distanza si pensa anche a garantire internet a tutti: «Cogliendo –afferma il sindaco Pino Firrarello – una segnalazione della preside della scuola media Magaraci, che ringrazio, sui problemi di connessione ad internet da parte degli studenti, abbiamo esteso la capacità di connessione alla rete Wi-Fi pubblica da 1 a 6 ore, in maniera tale da agevolare i ragazzi che non hanno connessione propria». Screening di massa nella giornata di domani a Castiglione per la ricerca dell’antigene Covid-19, rivolto alla popolazione residente. Lo ha reso noto il sindaco Antonio Camarda con un avviso pubblico. A partire dalle 9, sarà somministrato, su base volontaria, lo screening di massa per individuare il maggior numero di positivi al coronavirus, tramite l’esecuzione di test rapi – di rinofaringei, con risultati affidabili in pochi minuti. Lo screening sarà effettuato in drive-in presso le seguenti postazioni: a Castiglione centro in via San Francesco, nelle adiacenze dell’isola ecologica, e nella frazione di Solicchiata, in via Killarney, nelle adiacenze del plesso scolastico Don Mario Strano, con priorità agli alunni delle scuole del territorio ed ai loro familiari conviventi, al personale docente e non docente, con accesso ai test dalle ore 9 alle 12.30. Dopo tale orario, oltre ai soggetti prioritari, il test sarà aperto a tutta la popolazione residente fino alle 16.30. Resterà intanto chiuso fino a domani, 23 novembre, il plesso scolastico. “F. Crispi” dopo la disinfezione e la pulizia straordinaria di tutti gli ambienti scolastici disposta dal sindaco Camarda a seguito della presenza di un contagio da Covid- 19 fra il personale dipendente che presta servizio nella scuola. Fonte “La Sicilia” del 22-11-2020

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.