RANDAZZO: IL MARKET DELLA DROGA ERA CASA SUA

Credendo di essere insospettabile, non avendo mai avuto guai con la giustizia, teneva in casa 1.260 grammi di marijuana per una valore al dettaglio di circa 12mila euro. Ieri l’altro però i carabinieri del Nucleo operativo della Compagnia di Randazzo hanno suonato al campanello della sua abitazione, nel centro storico di Randazzo, con un mandato di perquisizione ed è finito in carcere. Parliamo di un giovane di 28 anni da tempo tenuto sotto controllo dai carabinieri che hanno notato uno strano via vai di persone da casa sua. Persone che i militari dell’Arma sapevano che facevano uso di sostanze stupefacenti, di conseguenza hanno immaginato che potessero andare lì per comprare droga. Così dopo settimane di appostamenti e pedinamenti da parte di carabinieri in borghese, è scattata l’operazione: in casa i militari hanno trovato il grosso quantitativo di marijuana, una bilancia da cucina con residui di droga, un bilancino di precisione che probabilmente serviva per dividere la droga in dosi, e un involucro contenente 126 grammi di un altro tipo di erba “erba”, forse utilizzata per il taglio. Ovviamente tutto il materiale trovato è stato sequestrato e fa parte delle prove a sostengo dell’accusa di detenzione ai fini dello spaccio di sostanze stupefacenti cui il giovane adesso dovrà difendersi. L’uomo è stato trasportato presso il carcere catanese di piazza Lanza a disposizione della Magistratura.

L. S. Fonte “La Sicilia” del 29-07-2012