RANDAZZO: I NEI PERICOLOSI AI “RAGGI X” CON IL DERMATOLOGO DELL’ASP

Il territorio lo attendeva dal mese di luglio e finalmente è arrivato. E’in funzione al Poliambulatorio di Randazzo il video-dermatoscopio, ovvero lo strumento che consente di eseguire una precisa mappatura dei nei e di controllare la loro evoluzione nel tempo, nonché di eseguire diagnosi precoce di tutti i tumori cutanei. Un esame fondamentale per la diagnosi del melanoma, ovvero un tumore aggressivo che nella maggior parte dei casi provoca la morte. Nonostante ciò, fino a ieri nell’intero versante nord dell’Etna nessuna possibilità di fare prevenzione, con i pazienti costretti a rivolgersi ai medici privati o recarsi a Catania. Adesso è possibile fare l’esame a Randazzo. Basta una semplice richiesta di visita dermatologica da parte del medico curante e la prenotazione. Il dermatologo dell’Asp riceve ogni martedì dalle ore 12 alle ore 14. Un po’poco, ma il dott. Antonio Salanitri direttore sanitario facente funzioni del distretto rassicura tutti: «E’ chiaro che se dovessero, come immagino, arrivare numerose richieste sarà nostra cura aumentare le ore del servizio. Finalmente abbiamo a disposizione un apparecchio di ultima generazione, in grado non solo di effettuare l’esame dei nei in epiluminescenza, ma di memorizzarne la mappatura per consentire allo specialista di verificare l’evoluzione dei nei e di intervenire con quella tempestività che in certi casi è fondamentale».

Ieri il nuovo servizio è stato mostrato al sindaco Francesco Sgroi alla presenza dello specialista Vincenzo Scala e del consigliere comunale Enrichetta Giardina: «Con piacere – afferma il primo cittadino – questa città prende atto del sostanziale aumento dei servizi offerti nell’ex ospedale. In due anni e mezzo siamo riusciti a dotare il Poliambulatorio dei servizi di Urologia, Cardiologia, monitoraggio del diabete e oggi anche dell’osservazione dei nei. Risultati che abbiamo ottenuto grazie alle proficua interlocuzione con il direttore generale dell’Asp, dott. Maurizio Lanza, che ringrazio assieme al dott. Antonio Salanitri. Ma non solo – continua il sindaco – penso all’efficacia della nostra elisuperfice notturna che fino a l’altra sera ha permesso di salvare una vita umana grazie all’arrivo dell’elicottero da Caltanisetta». GAETANO GUIDOTTO Fonte “La Sicilia” del 23-09-2020