RAGALNA: TROVA E MANEGGIA UN RESIDUATO BELLICO, PERDE UNA MANO

Ha perso la mano destra un 52enne di origine albanese in un incidente ancora da verificare avvenuto ieri, intorno alle 15,30, in zona Sant’Ulivo in territorio di Ragalna. Secondo una prima ricostruzione, l’uomo stava lavorando alla pulitura di un terreno con un decespugliatore, quando, in mezzo all’erba, ha rinvenuto un ordigno probabilmente risalente alla seconda guerra mondiale. Forse per caso, o forse per curiosità, l’uomo ha tentato di aprire l’ordigno che gli è scoppiato fra le mani ferendolo gravemente. Immediata la chiamata al 112 che ha inviato sul posto l’ambulanza del 118 di Bronte e l’elicottero di stanza al Cannizzaro poi atterrato al campo sportivo dove l’uomo era stato portato dai primi soccorritori, tra cui un medico. Il cittadino albanese è stato già sottoposto a intervento chirurgico al Cannizzaro: non è in pericolo di vita, ma ha sicuramente perso la mano destra.

Sul posto anche i carabinieri della locale Stazione e della Compagnia di Paternò, per indagare su quanto accaduto. Non è la prima volta che in queste zone si trovano vecchi ordigni. In questi casi, è importante non toccare nulla e avvisare immediatamente le forze dell’ordine. R. P. Fonte “La Sicilia” del 05-06-2022