PIU’ GUARITI E MENO CONTAGI: SI INVERTE LA CURVA EPIDEMIOLOGICA A BRONTE

Più guariti e meno contagiati da Coronavirus, s’inverte a Bronte la curva epidemiologica rispetto all’apice d’inizio mese, con i 578 positivi scesi ieri a 271 che hanno portato a 307 i guariti, dieci in più di due giorni fa. Lunedì prossimo, alle 17,30, alla chiesa Madre di Bronte si celebrerà una santa messa, per i defunti Covid positivi, che in città l’ultimo decesso di ieri porterebbe sui 40. Giovedì scorso, il sindaco di Bronte, Pino Firrarello, annunciava «un aggiornamento significativo del numero dei guariti e di coloro posti in isolamento fiduciario»; di quest’ultimi il dato non è stato ancora divulgato, ma il più atteso dalla cittadinanza, ovviamente, era quello dell’auspicato calo dei positivi, anche alla luce dei confortanti esiti degli screening ai drive in, a inizio mese.

Sulla commemorazione dei defunti, il sindaco Firrarello e l’arciprete, monsignor Alfio Daquino, nell’avvisare la comunità hanno detto: «Il periodo trascorso della zona rossa è stato un momento difficile sia per il paese sia per tanti di noi, costretti all’isolamento e alla quarantena, sia soprattutto per tanti cari che ci hanno lasciati. È stato un momento molto triste per i familiari che hanno dovuto salutare e lasciar andare i propri congiunti senza dar loro un debito saluto e celebrare il funerale». Luigi Putrino Fonte GDS

CLICCA QUI PER LEGGERE TUTTO L’ARTICOLO