MANIACE: UN ALBERO D’ULIVO PER SEBASTIANO VITA SPEZZATA DA UN INCIDENTE

Perse la vita due anni fa, in un terribile incidente autonomo avvenuto a Maniace in corso Margherito, in pieno centro, ed ora un gruppo di giovani del luogo, nel secondo anniversario della morte, ha voluto, con un piccolo gesto, onorare la memoria di Sebastiano Triscari, che a soli 22 anni rimase vittima di un grave incidente stradale. I ragazzi, spontaneamente, hanno piantato un albero di ulivo nel Parco di Petrosino, un luogo in riva al torrente Martello in cui, grazie al lavoro di molti maniacesi, è stato creato un piccolo polmone verde, insieme a giochi, panchine e le statue di San Francesco e Santa Rita. Ma oltre all’ulivo, il gruppo di ragazzi ha fatto realizzare e poi installato una grande panchina a semicerchio, con le iniziali di Sebastiano, posizionata proprio intorno alla pianta di ulivo. Un luogo in cui fermarsi a guardare le tante cose belle che ci circondano, ricordando anche chi non c’è più. Un lavoro fatto con molta gioia da questo gruppo di giovani ed amici di Sebastiano, che con solerzia hanno scavato, posizionato, e sistemato sia l’albero che la panchina.

Un pensiero che hanno voluto avere per uno di loro che purtroppo non c’è più. La sera dell’incidente, alcuni dei ragazzi erano giunti sul luogo, e hanno vissuto in prima persona i terribili momenti dopo l’impatto, prima con la speranza che il giovane si potesse salvare, e poi con lo sconforto di una giovane vita spezzata. Infatti, il giovane era incastrato tra le lamiere, e i vari tentativi di riuscire a salvarlo non sortirono alcun effetto, le ferite riportate erano troppo gravi, tanto da causare la constatazione del decesso in loco. A causa del covid, in molti non poterono neanche andare al funerale per l’estremo saluto, e ora, grazie a questi ragazzi, verrà ricordato dove ha vissuto. LUIGI SAITTA Fonte “LA Sicilia” del 13-06-2022