MANIACE, SONO TUTTI NEGATIVI I TAMPONI AI CONOSCENTI DI UNA DONNA NON RESIDENTE E RISULTATA POSITIVA AD AGOSTO

Cessato allarme a Maniace, dopo le tante chiacchiere che parlavano di un focolaio di coronavirus scatenato da una persona originaria di Maniace, ma da anni residente fuori e tornata in paese per le ferie estive e per partecipare ad un matrimonio. La donna, risultata positiva al coronavirus qualche giorno dopo avere partecipato al matrimonio, attualmente sta bene ed è in isolamento. Il matrimonio celebrato a Catania, dove è avvenuto anche il relativo ricevimento, ha visto la partecipazione di diversi maniacesi. Scoperto il caso di contagio, sui social si è scatenato l’inferno, con vari post che indicavano un focolaio a Maniace. Subito sono stati predisposti i tamponi per tutti i partecipanti, effettuati dal personale dell’Asp nel giro di qualche giorno, e i risultati, per fortuna sono stati tutti negativi, così da ridare tranquillità ad una comunità che ad oggi non ha avuto casi accertati.

Una notizia che tranquillizza tutti, soprattutto quelli che, senza nessuna certezza, avevano gridato di un grosso focolaio a Maniace. L’ennesima notizia, risultata falsa, rimbalzata sui social e sulle chat private creando solo polemiche e paure. Ma negate dall’evidenza dei fatti e dai risultati dei tamponi. Tra l’altro i partecipanti al matrimonio, in via precauzionale, erano stati posti in isolamento fiduciario, proprio per evitare ulteriori contagi. Una vicenda che finisce bene, e che sottolinea come spesso sia facile puntare il dito o creare delle inutili preoccupazioni, che spesso poi non vengono neanche smentite da chi ha dato il via alla catena di chiacchiere che gira spesso sui social. LUIGI SAITTA Fonte “La Sicilia” del 10-09-2020