I GIOVANI E IL COVID PAURE E SPERANZE NELL’ANNO CHE VERRA’

Tre domande ad un giovane di Bronte, sulle aspettative per il nuovo anno

«Inventiva e forza saranno le armi per riemergere» «Mi piacerebbe
tornare a viaggiare senza alcun timore» RISPONDE Eugenio Batticani, 26 anni, laurea in Scienze dell’Amministrazione e organizzazione. Lavora da un commercialista.

  1. Cosa ti aspetti, in concreto, dal nuovo anno appena iniziato? Dal nuovo anno mi aspetto che la vita ritorni a essere bella e libera come lo è sempre stata, con la speranza che il vaccino sconfigga questo maledetto virus che ha messo in ginocchio tutti noi rendendoci dei soggetti privi di poter vivere le emozioni più belle che la vita ci ha sempre donato.

2) Pensi che ci saranno le condizioni per realizzare i tuoi sogni, i tuoi obiettivi? Il 2020 per me paradossalmente è stato un anno ricco di soddisfazioni in ambito lavorativo, mi sono affacciato nel mondo del lavoro come cassiere in un supermercato e da pochi mesi lavoro in uno studio commercialista dove con sacrificio, passione e tenacia sono nelle condizioni di centrare tutti gli obiettivi che mi sono prefissato per il 2021 e oltre.

3) Quale sarà, quest’anno, il settore più interessante per il mercato del lavoro? Il settore più interessante sarà quello che avrà maggiore inventiva e forza necessaria a rilanciarsi dopo aver trascorso un anno catastrofico sotto tutti gli aspetti, con la speranza che ogni singolo imprenditore riapra le saracinesche della propria attività. Uno dei settori più interessanti che ho osservato in questi anni è sicuramente stato quello del “digital marketing”, che ritengo sia destinato a crescere ulteriormente grazie a tutte le piattaforme social che ai giorni nostri sono diventate pane quotidiano nella vita di tutti. GAETANO GUIDOTTO Fonte “La Sicilia” del 07-01-2021

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.