ERBA LIGHT, ECCO QUANDO E’ LEGALE

C’è chi la chiama “erba light”, o “marijuana light”. Ma anche cannabis legale. Oggi si può acquistare negli shop online, anche in Italia, e sono sempre più le persone che riscoprono l’importanza di questo versatile vegetale. Per saperne di più basta consultare questo link. Quello che è importante, è non incorrere in errori quando si fa il proprio acquisto. I rivenditori affidabili sono ormai parecchi, ma è sempre meglio sapere cosa si sta acquistando, così da poter fare le giuste verifiche.

La legge Europea

La questione legale italiana, riguardo alla cannabis, è strettamente legata a quanto accade in Europa.  Dal 2013, a livello europeo è stata definita legale la cannabis con bassa concentrazione di THC. Quest’ultimo, chiamato tetraidrocannabidiolo, è la componente che dà l’effetto psicotropo quando viene assunta. Insomma, quell’effetto “da sballo” tanto noto quando si parla di marjuana, o erba, o canna. Ma se la concentrazione di THC è inferiore al 2 per cento, questo effetto svanisce. Per questo è stata resa legale, sotto forma di diversi prodotti: olio, tisane, eba da fumare o prodotti alimentari. Tutti questi prodotti hanno una alta concentrazione di CBD. Questo è sempre un componente della cannabis, ma senza alcun effetto dannoso. Anzi le sue proprietà e benefici sono riconosciuti e apprezzati. Quindi, nella maggior parte degli Stati, i prodotti a base di CBD e bassa concentrazione di THC sono ormai ritenuti legali. Diversamente, sono pochissime le nazioni in cui sia il THC che il CBD sono legali; fra questi il Belgio, dove ci sono coffee shop nei quali è possibile acquistare entrambi gli articoli. Se vi interessa sapere quali sono i luoghi in cui entrambe le varietà di cannabis sono legali, potete consultare il sito dell’European Monitoring Center for Drugs and Drug Addiction. Questa è l’autorità comunitaria che si occupa proprio della marijuana in Europa e della relativa normativa; l’ente , ha pubblicato una guida con l’elenco degli Stati europei in cui la marijuana è legale.

La legge italiana

La legge che in Europa risale al 2013, in Italia è arrivata 3 anni dopo. Dal 2016, quindi, i prodotti a base di CBD sono legalmente commerciati. Esistono sia negozi fisici, sia negozi online che li vendono senza alcun problema. Ciò che è importante, è assicurarsi che sia indicata la percentuale di THC compresa.  Anzi, meglio avere sempre con sé la documentazione che attesta proprio questo. La legge italiana è ancora abbastanza lacunosa, anche il consumo personale di THC è strettamente regolamentato. Meglio quindi essere nelle condizioni di poter sempre dimostrare l’origine del prodotto che si sta fumando, soprattutto se si è in un luogo pubblico.

Quali sono le proprietà dell’erba light

Ma quali sono le proprietà del CBD, tali da aver spinto i Governi a rendere questo prodotto legale? La cannabis legale è ricavata dalle inflorescenze di particolari varietà di Cannabis Sativa, la pianta della canapa. Grazie alla presenza del CBD, effetti benefici e proprietà curative della marijuana light sono molteplici. Recenti studi medici, infatti, hanno dimostrato che può avere azione calmante sul sistema nervoso, nonché effetti rilassanti, proprietà antinfiammatorie, antiossidanti e antiepilettiche. Il cannabidiolo agisce sul sistema nervoso, permettendo il ripristino delle funzioni normali del corpo, dopo episodi di stress. In sostanza, il corpo umano stesso cerca di produrre le sostanze che gli permettono di rilassarsi per poter tornare a funzionare normalmente. Il CBD, dunque, andrebbe proprio ad aiutare e a moltiplicare l’effetto di questo sistema sull’organismo.

Dove acquistare cannabis legale in Italia

In Italia è possibile comprare cannabis light, rivolgendosi ad a imprese specializzate, acquistando comodamente il prodotto online. Portali come Justbob.it, sono in grado di assicurare un’accurata selezione di prodotti, nonché un efficiente servizio di consegna rapida in 48 ore in tutta la Penisola. Le imprese italiane del settore, inoltre, sono certificate. In questo modo è possibile avere la tracciabilità dell’intera filiera, con la sicurezza dell’approvvigionamento da coltivazioni biologiche legali, nonché la garanzia del controllo di ogni esemplare di marijuana light messo a disposizione dei clienti. I prodotti sono sottoposti a rigorosi controlli di laboratorio per verificarne tutte le caratteristiche e le proprietà prima della vendita. JustBob, ad esempio, ha avviato collaborazioni con diversi istituti italiani, tra cui l’Università degli Studi di Milano. L’obiettivo è garantire la massima qualità, nonché il rispetto delle bassissime concentrazioni di THC e alto contenuto di CBD che caratterizzano la cannabis light. Questo prodotto, infine, oltre che nel campo medico e in quello ricreativo sta trovando sempre più impiego anche in molti altri utilizzi: bioedilizia, bioingegneria, cosmesi, abbigliamento.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.