COVID: LA QUARTA ONDATA FA IMPENNARE LA CURVA A BRONTE 102 POSITIVI, MALETTO A QUOTA 55

Scoppia la quarta ondata Covid a Bronte e Maletto. Nella città del pistacchio i positivi sono 106, ben 62 in più rispetto all’ultima rilevazione, mentre a Maletto i casi covid sono diventati 55. A quanto pare a provocare i focolai sarebbero stati alcuni momenti conviviali dove chi ha partecipato avrebbe usato poche precauzioni, cui si sono aggiunti alcuni casi fra gli studenti nelle classi. Dall’analisi complessiva dell’intero distretto sanitario di Bronte che, ingloba Randazzo, Maletto e Maniace, sembrerebbe che l’infezione al momento non interessi Maniace e Randazzo dove si registrano 2 casi per paese. Il sindaco di Randazzo, Francesco Sgroi, però lancia ugualmente l’allarme, sapendo che con l’infezione alle porte e con le frenetiche attività fra i Comuni è solo questione di tempo. «Già giorni fa – spiega il sindaco Pino Firrarello – ho lanciato l’appello ai miei concittadini affinché fossero più prudenti e soprattutto superassero ogni perplessità e si vaccinassero. Io proprio ieri ho fatto la mia terza dose. Invito tutti a farla, continuo con insistenza a invitare i più scettici a superare ogni dubbio. La pandemia è ancora fra noi, dobbiamo proteggerci e proteggere la nostra libertà. Diventare zona rossa sarebbe gravissimo per tutti. Se non vogliamo trascorrere nuovamente il Natale con la paura di contrarre il virus è bene andare tutti a vaccinarci». Fra la gente, ma soprattutto fra gli operatori economici c’è il timore che i casi si moltiplichino nel periodo di Natale penalizzando le attività.

Preoccupazione anche a Maletto: «Ci sono troppi contagiati – afferma il sindaco Giuseppe De Luca – e il dato rischia di peggiorare. Stiamo aspettando i risultati dello screening della popolazione scolastica. Domani saremo più precisi. Dopodiché comunicheremo l’esito al commissario Covid che prenderà le decisioni del caso». I sindaci continuano a raccomandare ai cittadini di vaccinarsi e di rispettare le classiche norme anticovid che conosciamo orami tutti, ma si sentono quasi inermi di fronte al proliferare della malattia. «A Randazzo vi sono solo 2 positivi – afferma il sindaco Francesco Sgroi – ma constatato l’altissimo numero di contagiati nei Comuni a noi vicini, che hanno fatto superare i 160 casi in tutto il Distretto, ritengo doveroso dover richiamare la cittadinanza a fare moltissima attenzione, utilizzando, in luoghi dove è impossibile mantenere il distanziamento sociale, le mascherine protettive e a igienizzare accuratamente le mani. Dobbiamo farlo per evitare il verificarsi di nuovi focolai nella nostra comunità». Fonte “LA Sicilia” del 30-11-2021