CALCIO LOCALE: PARI NEL DERBY; VINCONO BRONTE. MANIACESE E SP. MALETTO

Finisce senza reti l’atteso derby tra Randazzo e Maletto, un punto ciascuno che muove la classifica ma che porta il Randazzo al 4° posto e il Maletto al 6°. Una partita giocata da entrambe le squadre per vincere, ma sia il campo pesante, sia gli errori dei giocatori sottorete hanno lasciato il risultato sullo 0-0. Il Randazzo avrebbe meritato qualcosa in più, ma come ultimamente accade spesso, il portiere del Maletto D’Amico, ha chiuso la saracinesca e fermato qualsiasi pallone passasse nei suoi pressi. Del resto anche mister Tomaselli pur con le pesanti assenze di Catania, Spampinato e Saitta, ha schierato in campo un’ottima squadra, ordinata e combattiva, che ha saputo dirigere il settore nevralgico del campo, e con le ottime giocate di Finocchiaro e Giaquinta ha conquistato il centrocampo. Il Randazzo, privo di Vaccaro e Grasso, ha sofferto la mancanza di una punta di ruolo, e Mirko Corrente, è stato ben controllato da Sapia e Liuzzo, oltreché penalizzato dal terreno. Un pari che continua a tenere vive le speranze di play off per entrambe le squadre, in un girone sempre più equilibrato. In questo turno, vittorie per Belpassese e Santa Teresa tornate prime, e pari della Cometa che passa terza. Vince anche il Bronte, che si sbarazza comodamente del Furci e si rilancia in classifica. In coda, la vittoria dell’Inessa sul Lineri condanna quest’ultima ai play out, mentre comincia a tremare anche il Pedara, che perde contro la Dacca ed ora è a soli 2 punti dalla zona play out. Ora due settimane di stop, e alla riprese del campionato vedremo come si delinea la classifica. In seconda categoria la Maniacese vince lo scontro diretto contro il Città di Gaggi e balza al 2° posto solitario. Un buon risultato che dà nuova carica alla squadra di Conti, che può sperare di avere un buon finale di campionato. In Terza categoria, lo Sporting Maletto vince ancora, stavolta è il Pedara a cadere sotto i colpi della squadra di Puglisi, allenata ora dal brasiliano Da Costa.

PRIMA CATEGORIA GIRONE “E” RISULTATI CLASSIFICA E MARCATORI

Santa Teresa – Sporting Taormina       3-0   55’ Frazzica, 80’ Di Bella, 90’ Girbaci

Lineri – Inessa                                     1-3   7’ Aliotta (LM); 24’ Pafumi, 40’ Milazzo, 69’ Ferrone (IN

Bronte – Furci                                     3-1  33’ Genna, 71’ Antonuzzo, 78’ Bruno (CB); 90’ Beccaria

Desport Gaggi – Cometa                     2-2   20’Leocata, 67’ Bonfiglio (CB); 65’ Sturiale, 90’ Villino

Randazzo – Maletto                             0-0

Dacca – Atletico Pedara                      1-0    25’ Cascio

Real Belpassese – Giardini                   6-0    32’ Longo, 67’ e 72’ Aiello, 70’ Di Prima, 75’ e 85’ A. Terranova

CLASSIFICA: Santa Teresa e Real Belpassese 36 punti; Cometa 33 punti; Randazzo e Bronte 30 punti; Maletto 28 punti; Furci e Dacca  26 punti; Desport Gaggi 23 punti;  Sporting Taormina 22 punti; Atletico Pedara 21 punti; Inessa 19 punti; Lineri 12 punti; Giardini Naxos 5 punti:

MARCATORI:

12 RETI: Gerbino (Dacca);

11 RETI: Beccaria (Furci);

10 RETI: Bruno e Genna (Bronte);

9  RETI: Corrente (Randazzo); Bonfiglio (Cometa);

7  RETI: Imbrosciano  (Bronte), La Corte (Sporting Taormina); Bua (Maletto);

6  RETI: Licandri (Sporting Taormina) Di Prima e Longo (Belpassese), Frazzica ( S. Teresa);

5  RETI: Sturiale (Desport Gaggi);

4  RETI: Catania e Caserta (Maletto), De Salvo (S. Teresa), Schilirò (Bronte), Schiera (Sp. Taormina), Villa e Iervolino (Gaggi), Tola (Dacca), Di Benedetto (Atl. Pedara); Vaccaro e Saitta (Randazzo), Finocchio (Furci); Aiello (Belpassese), Antonuzzo (Bronte);

 

CICLOPE BRONTE – FURCI   3-1

BRONTE: Gangi, Capace, Genna (82’ Carroccio), Incognito, Fornito, Bruno, Saccullo, Lembo (61’ Basile), Ciraldo (68’ Straci), Antonuzzo, Schilirò; All. Saitta;

FURCI: Crimi, Proteggente, D’Agostino (61’ Pino), Tomasello, Cerrito, Pagano, Riparare, Galletta, Beccaria, Finocchio (63’ Catania); All. Ciatto;

Arbitro: Bonanno di Acireale;

Reti: 33’ Genna, rig; 71’ Antonuzzo, 78’ Bruno, 90’ Beccaria rigore;

Vantaggio dei locali al 33’ con Genna che realizza un calcio di rigore concesso per fallo di mano in area, locali che raddoppiano al 71’ con Antonuzzo e tris con Bruno, in contropiede, al 78’. Poi ancora un palo dei locali all’85’, missile di Antonuzzo dai trenta metri e rete della bandiera degli ospiti con Beccaria al 90’ che insacca su rigore, fallo di Straci su Galletta.

Benedetto Spanò da “La Sicilia”

 

RANDAZZO – MALETTO  0-0

RANDAZZO: Polito, Spartà, Vecchio, D’Amico, Pillera, Calà (51’ Caserta, 89’ Patti); Giarrizzo, Cartella, Santoro, Corrente, Saitta; All. Petrullo;

MALETTO: D’Amico, Carmeni, Capizzi (74’ Allia); Calà, Liuzzo, Sapia, Caserta, Giaquinta, Russo (44’ Gugliuzzo), Finocchiaro, Bua; All. Tomaselli

Arbitro: Sig. Monaco di Acireale

Espulso al 44’ Tomaselli allenatore del Maletto, e al 88’ Pillera;

Finisce con uno 0-0 l’atteso derby tra Randazzo e Maletto, anche se i locali hanno avuto qualche occasione in più di andare a segno, fermata dal bravissimo portiere D’Amico. Partita giocata a viso aperto da tutte due le squadre, confrontatesi su un terreno pessimo a causa delle piogge. Già al 5’ il Maletto ci prova su punizione con Bua, palla di poco a lato. Al 7’ Walter Saitta si presenta da solo in area, tira ma D’Amico respinge in tuffo. 18’ Ci prova ancora Bua dal limite, Polito respinge in tuffo. Al 23’ Corrente vede Spartà tutto solo in area e gli passa palla, ma il tiro è a lato. 32’ punizione di Saitta, D’Amico respinge con i piedi. Al 43’ punizione ancora di Saitta, palla a Corrente che colpisce di testa, ma D’Amico blocca sicuro. Al 54’ ancora Saitta ci prova su punizione, ma D’Amico respinge di pugno. Al 64’ angolo di Saitta direttamente in porta, ancora D’Amico che respinge. Al 74’ ennesimo angolo di Saitta, respinge ancora D’Amico, palla sui piedi di Caserta che tira a colpo sicuro, ma D’Amico respinge coi piedi e gli nega il gol. Al minuto 81’ cross al centro di Carmeni, Bua riceve palla e vede Peppe Caserta solo in area e lo serve, tiro in diagonale che finisce fuori di un soffio. All’84’ ci prova ancora Caserta per il Maletto, ottimo tiro, ma palla alta. Al minuto 88’ Saitta cade in area forse per fallo, i Randazzesi reclamano un rigore che l’arbitro non concede, sulla ribattuta palla a Bua che si invola da solo verso l’area avversaria, l’arbitro, inspiegabilmente, ferma il gioco ed espelle Pillera. E’ l’ultimo sussulto di una buona partita giocata bene da entrambe le squadre.

RANDAZZO – MALETTO   LE PAGELLE

Randazzo:  Polito 6,5 poco impegnato, ma sempre attento quando la palla passa dalle sue parti. Spartà 5,5 non è il solito giocatore di fascia, poco incisivo, ha sui piedi un’ottima palla gol ma non la sfrutta; Vecchio 5 Un ragazzo ancora non tanto avvezzo alla categoria, qualche pericolo è stato proprio sulla sua fascia. D’Amico 7 una sicurezza per la difesa, nonostante l’età, riesce a supplire con l’esperienza alla mancanza di velocità. Pillera 6,5 una buona prestazione, macchiata da qualche parola di troppo nel finale che lo ha portato all’espulsione. Calà 6 bene finchè ha giocato, un centrocampista che ha i piedi buoni e ottima visione di gioco. (Caserta 5 una sola occasione e nulla più, ci vuole molto lavoro per tornare il giocatore che era, Patti S.V.) Giarrizzo 6 un giocatore che ha eseguito i compiti assegnatoli dal mister ma nulla più. Cartella 7 il faro del Randazzo, tutte le giocate sono partite dai suoi piedi, uno che sa ragionare con la palla al piede. Santoro 6, molto nervoso ha dato meno di quanto poteva, ha sofferto molto le incursioni di Finocchiaro che lo passava sempre. Corrente 6 il terreno lo ha penalizzato tantissimo, il resto lo hanno fatto i difensori del Maletto che gli hanno concesso pochissimo spazio. Saitta 6,5 il più pericoloso del Randazzo, soprattutto sui tiri da fermo, pochi spunti sulla fascia, dove sembra l’ombra del giocatore di qualche anno fa. Petrullo voto 7 ha schierato quello di cui disponeva in maniera egregia, purtroppo ha trovato sulla strada dei suoi attaccanti un D’Amico in giornata di grazia.

Maletto: D’Amico voto 8 ha parato tutto quello che arrivava dalle sue parti, e ha avuto riflessi da campione in almeno due occasioni. Buona parte del merito del punto è sicuramente suo. Carmeni 6,5, un 95’ che gioca con il piglio di un giocatore affermato, non ha paura di proporsi, e non soffre gli attaccanti di esperienza. Capizzi 5 ottimo in fase propositiva, soffre quando deve difendere, del resto non è il suo ruolo naturale, Allia voto 5,5 è entrato in una fase calda della partita, e per poco non ha avuto la palla decisiva deviata all’ultimo secondo da un difensore del Randazzo. Prestazione macchiata da un fallo commesso in area su Saitta, che poteva dare un rigore decisivo al Randazzo. Calà voto 6 il solito lottatore che si butta su ogni pallone, riuscisse anche a ragionare in fase di rilancio sarebbe al top. Liuzzo 6,5 il solito lottatore che nulla ha concesso agli avanti avversari. Sapia 6,5 una giornata in cui le sue attente chiusure e gli anticipi hanno limitato gli avanti del Randazzo. Caserta voto 6, meno decisivo del solti, sono mancati i suoi spunti in velocità, ma ha avuto pochi palloni giocabili. Giaquinta voto 7 un centrocampista che tutti vorrebbero avere, difende con ordine, recupera palla e sempre attento nel far ripartire l’azione, Russo voto 6 ha giocato per un tempo lottando su ogni pallone, ma l’esperienza dei difensori centrali gli hanno lasciato ben poco Gugliuzzo 6,5 qualche spunto in più sulla fascia, ma soprattutto più ordine in difesa. Finocchiaro 7,5 l’anima della squadra, che per 90 minuti ha corso, recuperato palloni e rilanciato come un forsennato. Ha sentito più degli altri l’aria del derby, e ha giocato fino all’ultimo. Bua 6,5 poche occasioni per il bomber del Maletto, ma ha sempre tenuto in apprensione la difesa del Randazzo, impedendo agli esterni di sganciarsi. Fermato dall’arbitro senza un motivo mentre andava da solo in porta. Tomaselli 7,5 ha fatto di necessità virtù, non era facile giocare senza Saitta, Spampinato, Catania e Cantarella, ma lui lo ha fatto schierando una squadra accorta e combattiva.

 

SECONDA CATEGORIA GIRONE “F” RISULTATI E CLASSIFICA

Alì Terme – S. Domenica Vittoria         2-0

Calatabiano – Russocalcio                    1-0

Letojanni – Antillese                             1-1

Maniacese – Città di Gaggi                   3-1

Novara – Robur                                   0-2

S. Alfio- S. Alessio                               ND

CLASSIFICA: Robur 41 punti, Maniacese 26 punti; Città di Gaggi 25 punti; Russocalcio 24 punti; Alì Terme 22 punti; Novara 21 punti; Letojanni 20 punti; S. Alfio 19; Calatabiano 18 punti; S. Domenica Vitt. 16 punti; S. Alessio 14 punti; Antillese 12 punti;

 

MANIACESE – CITTA’ DI GAGGI    3-1

MANIACESE: Cantali, Marino, Galati, Conti, Quattropani, Proietto, Cosentino (66’Destro); Parasiliti, Zerbo (85’ Melardi); Scandurra, Longo (83’ Cono Genova); All. Conti;

CITTA’ DI GAGGI: Scalisi, Iuculano, D’Amore, Zumbo, Scavo, Cavallaro, Bonsignore, Nicotra, Russo, Leotta, Pappalardo; All. Ragusa.

Arbitro: Sig. Sorbello di Acireale

La Maniacese vince lo scontro diretto contro il Città di Gaggi, e si proietta al secondo posto in classifica in solitario. Ma la partita è iniziata in salita, quando al 25’ Pappalardo approfitta di uno svarione della difesa, soffia la palla e solo davanti al portiere non sbaglia. Al 36’ Marino vede Scandurra da solo e lo serve, l’attaccante non sbaglia e porta i locali al pari. Poi dicerse occasioni fallite per la Maniacese con Proietto, Parasiliti, Zerbo e Scandurra, e ospiti che difendono il pari. Ma mister Conti, azzecca la mossa giusta mettendo in campo Destro, che diventa una spina nel fianco del Gaggi. Al 76’ mischia in area del Gaggi, serie di batti e ribatti, fino a che la palla arriva a Marino che insacca. Al minuto 81’ Destro fugge sulla fascia, vede Zerbo smarcato e lo serve. Zerbo non ha difficoltà a superare il portiere del Gaggi con un pregevole pallonetto.

 

TERZA CATEGORIA I RECUPERI

Atl. Biancavilla  – Cerami       1-1

Catenanuova – Real Nicolosi     6-3

Sporting Maletto – Città di Pedara  3-2

CLASSIFICA: Mario Rapisardi 25 punti ; Città di Pedara 21 punti; Libertas Cerami 18 punti; Atl. Biancavilla 15 punti; Real Picanello 13 punti; Ardor Sales  e Catenanuova 10 punti; Junior Aci S. Antonio 8 punti; Clarentina, Real Nicolosi e Sporting Maletto 7 punti;

 

MALETTO-PEDARA 3-2 Sporting Maletto: Ponticello, Franco (46′ Favazza), Avellina, Giuseppe Schilirò senior, Bertolone, Russo, Bonsignore (86′ Puglisi), Parrinello, Spampinato (56′ Ponzio), Bua (83′ Giuseppe Schilirò junior), Gardani (46′ Longhitano). All. Belle Da Costa Città di Pedara: Nicosia, Francesco Carastro (46′ Puglisi), Longo, Cordova, Fazio (86′ Sergio Carastro), Russo (50′ Gerbino), Massimiliano Zappalà, Alfio Zappalà (90′ Talio), Anicito (80′ Raciti), Cordovana, Nicoletti. All. Zappalà. ARBITRO: D’Amico di Catania RETI: 36′ Gardani, 39′ e 52′ Bua, 80′ Cordovana, 88′ Cordova. Maletto. Lo Sporting Maletto ci prende gusto alla vittoria e batte pure la seconda in classifica. Merito di questo piccolo exploit dei ragazzi del presidente Puglisi l’arrivo del nuovo allenatore. Il brasiliano Belle Da Costa sembra aver trovato la formula giusta per dare alla squadra compattezza e gioco. E anche risultato, grazie anche alla doppietta di Bua. G. G.