CALCIO LOCALE: IL MALETTO VINCE IL DERBY COL BRONTE, RANDAZZO E MANIACESE VINCENTI IN TRASFERTA

UNA GRANDE GIORNATA DI SPORT, OLTRE 500 TIFOSI SUGLI SPALTI

Una grande festa, dopo una partita corretta e con due sole ammonizioni, la festa dello sport e del calcio, un derby da altra categoria, giocato in maniera maschia, ma pulita e leale, in cui la vittoria è stata decisa solo dal colpo di classe del migliore giocatore in campo. Una sfida anche tra le due tifoserie, con cori, canti, fumogeni e musica, la sfida di due paesi accanto, quasi vicini, la sfida di Davide contro Golia, che ha visto prevalere ancora il paese più piccolo. La sfida tra tanti tifosi di entrambe le squadre, con oltre 500 persone sugli spalti, che si sono derisi cantando, ridendo e scherzando, ma sempre con grande rispetto e sportività, e alla fine, con grande rispetto, anche i giocatori del Bronte hanno applaudito i tifosi del Maletto. La sfida che consegna al Maletto un posto al sole, a questo punto i play off sono una reale e concreta possibilità, mentre il Bronte, può ancora sperare di entrarci. Alla partita non hanno voluto mancare il Sindaco di Maletto, Pippo De Luca, con gli assessori Enzo Sgrò e Salvo Gulino, e i consiglieri Luigi Saitta, Nunzio Foti e Nino Russo, accolti dal collega Nunzio Saitta di Bronte. Una classifica che a 4 giornate dalla fine è ancora incerta e in continuo fermento, un’unica certezza, la matematica retrocessione del Giardini, che, con la sconfitta di oggi, vede spalancata la porta per la seconda categoria. Ma andiamo con ordine, del derby leggerete l’ampia cronaca in basso, Torna al comando la Real Belpassese, che, vinto per 0-3 il recupero a Furci lo scorso mercoledì, il sabato ha vinto lo scontro diretto contro il Santa Teresa per 1-0, così la squadra sale a quota 45 punti, In seconda posizione, il Maletto, il Santa Teresa, e il Randazzo che con due gol del bomber Grasso liquida la Dacca e si rilancia in classifica, è quasi fatta per la Real Belpassese, che sarà chiamata a sfide in cui difficilmente potrà perdere i 5 punti di vantaggio, discorso diverso, invece, per il Maletto, con almeno due sfide difficili, con Cometa e Inessa, per il Randazzo, che dovrà vedersela con la Cometa e nel derby col Bronte, e per il Santa Teresa che forse ha il migliore calendario. Anche la Cometa che ha battuto 2-1 il Pedara, ha buone possibilità di play off, con un calendario in cui affronta in casa Maletto e Randazzo. Sembra chiuso il discorso play off con il Furci ormai fuori gioco, e con solo il Bronte che potrebbe rientrare in gioco se vince il recupero contro lo Sporting Taormina, In coda è pure bagarre, ormai salva l’Inessa che ha fatto un girone di ritorno al top, guai per Atletico Pedara e Sporting Taormina, terz’ultimi e che si incontreranno all’ultima giornata per una sfida che potrebbe essere da brividi. Respira la Desport Gaggi, che torna alla vittoria e domenica affronta il Maletto, e sorride anche il Lineri, che batte il Giardini e riduce lo svantaggio che se è superiore a 10 punti dà la retrocessione senza play out. In seconda categoria la Maniacese vince a Novara di Sicilia e conferma il secondo posto oltre alla matematica certezza dei play off, di Scandurra e Galati i gol della vittoria per 0-2;

PRIMA CATEGORIA GIRONE “E” RISULTATI CLASSIFICA E MARCATORI

Bronte – Maletto                            0-1 78’ Giaquinta

Desport Gaggi – Sp. Taormina       3-1 16’ e 66’ Sapienza, 28’ Muzzetta (DG), 86’ Licandri (ST);

Dacca – Randazzo                         0-2  65’ e 79’ Grasso

Furci – Inessa                                1-2  5’ Pafumi (IN), 17’ Galletta (FU), 52’ Milazzo (IN);

Cometa – Atl. Pedara                    2-1  20′ e 84′ Arena su rigore (CB); 68′ Cantarella (AP)

Lineri – Giardini Naxos                  4-0  5′ Aliotta rigore, 49′ Russo, 60′ Coco, 81′ Sessa;

Real Belpassese – S. Teresa          1-0   43’Mignemi

CLASSIFICA: Real Belpassese 45 punti; Randazzo, Maletto e Santa Teresa 40 punti; Cometa 37 punti; Bronte 33 punti; Inessa 31 punti; Furci 30 punti; Dacca 29 punti; Desport Gaggi 26 punti; Sporting Taormina 25 punti; Atletico Pedara 24 punti; Lineri 18 punti; Giardini 5 punti;

Bronte, Sporting Taormina, Desport Gaggi e Atletico Pedara una partita in meno;

MARCATORI:

13 RETI: Gerbino (Dacca);

11 RETI: Beccaria (Furci); Genna (Bronte),

10 RETI: Bruno (Bronte);

9  RETI: Corrente (Randazzo); Bonfiglio (Cometa); Bua (Maletto);

8  RETI: Longo (Belpassese),

7  RETI: Imbrosciano  (Bronte), La Corte (Sporting Taormina); Frazzica ( S. Teresa); Caserta (Maletto);  Di Prima (Belpassese),

6  RETI: Licandri (Sporting Taormina) Vaccaro e Grasso (Randazzo);

5  RETI: Sturiale (Desport Gaggi); Saitta (Randazzo), Finocchiaro (Maletto); Schiera e Caminiti (Sp. Taormina), Schilirò (Bronte), Galletta (Furci),

4  RETI: Catania e Antonio Russo (Maletto), De Salvo (S. Teresa), Villa e Iervolino (Gaggi), Tola (Dacca), Di Benedetto e Bisicchia (Atl. Pedara); Finocchio (Furci); Aiello (Belpassese), Antonuzzo (Bronte); Arena (Cometa),  Pafumi e Milazzo (Inessa); Terranova (Belpassese),

 

DACCA – RANDAZZO  0-2 Aci S. Antonio: Tutino, Scali (46′ Leonardi), Testa, Falsaperla, Condorelli, Cascio, Caldarera (65′ Raciti), Spadafora (71′ Verti), Gerbino, Tola, Trovato. All. Leonardi. Randazzo: Polito, Giusti (79′ Romano), Saitta, D’Amico, Vecchio, Cala, Giarrizzo, Santoro, Grasso, Corrente, Caserta (71′ Vaccaro). All. Petrullo. Arbitro: Maccarone di Acireale. Reti: 65′ e 79′ Grasso. Giarre. Con la testa ormai proiettata alla prossima stagione l’Aci S. Antonio perde malamente in casa contro il Randazzo di mister Petrullo, che invece vola nelle primissime posizioni e sino alla fine lotterà per la vittoria finale. Nella ripresa e precisamente al 65′ arrivava come un fulmine a ciel sereno il vantaggio ospite realizzato da Grasso, abile a mettere in rete con un perfetto colpo di testa. Al 79′, dopo diverse occasioni da rete per i locali, arrivava il raddoppio degli ospiti ancora con Grasso che realizzava la sua doppietta personale. A. D.

 

CICLOPE BRONTE – MALETTO   0-1 LA CRONACA

Ciclope Bronte: Gangi, Capace, Schilirò, Ciraldo (68’ Barbagallo), Saccullo, Incognito, Genna, Prestianni(46’ Imbrosciano), Longhitano, Bruno, Basile (61’ Paterniti); All. Saitta;

Maletto: D’Amico, Catania, Spampinato (70’ Carmeni); Calà, Liuzzo, Sapia, Caserta, Giaquinta, Russo (71’Gugliuzzo); Bua, Finocchiaro; All. Tomaselli;

Arbitro signor Enrico Russo di Siracusa

RETE: 78’ Giaquinta

Una partita vera, un derby sentito da entrambe le squadre che cercano la vittoria, il Maletto è al completo, mister Tomaselli ha l’imbarazzo della scelta, nel Bronte manca Antonuzzo squalificato, e Imbrosciano che resta in panchina ancora non al top, Fornito indolenzito,e Barbagallo anche in panchina. Prima azione vera al minuto 11, Angolo per il Maletto, ma Gangi blocca sicuro e rilancia l’azione in profondità, palla a Bruno, che tenta il pallonetto che finisce fuori. Al 21’ ancora angolo per il Maletto, tiro di testa palla deviata a lato. Al 33’ cross di Schilirò per Genna che di testa manda sopra la traversa. Al 41’ azione di Bruno, che tira piano e D’Amico blocca. Al 45’ azione in attacco del Maletto, palla a Bua che schiocca un diagonale di poco a lato. Nella ripresa spazio a Imbrosciano che sostituisce Prestianni, Maletto in avanti con Caserta, che marca due avversari e tira, un’attento Gangi devia in angolo. Al 57’ punizione di Ciraldo, palla aBruno che tira alto. Al 64’ ci prova Bua, ma Gangi blocca sicuro. Al 71’ punizione di Imbrosciano, palla deviata in angolo. Al 76’ ci prova Longhitano, tiro insidioso, ma D’Amico blocca a terra. Al 78’ il gol partita, Giaquinta dai 30 metri circa lascia partire un bel tiro, che sorprende Gangi e si insacca sotto la traversa. Maletto in vantaggio. Al minuto 83’ buona palla per Genna che sbaglia la conclusione. Al 90’ Bua da solo in area cerca il tiro di potenza e sbatte la palla fuori. Poi 4 minuti di recupero assegnati dall’arbitro, ma non accade nulla di rilevante.

 

CICLOPE BRONTE – MALETTO 0-1  LE PAGELLE

BRONTE: Gangi voto 6,5, una buona prestazione, macchiata dal gol in cui si è fatto sorprendere. Capace voto 7,5, il migliore del Bronte, sempre presente in difesa, riesce pure a fermare Caserta, e gioca con un grande cuore; Schilirò voto 6,5 Gioca discretamente, ma non riesce ad essere incisivo, ben controllato dagli avversari; Ciraldo voto 7; una buona partita, sempre in corsa, cerca sempre di ragionare, ma non trova molti sbocchi, esce stremato; (Barbagallo voto 6, qualche spunto, ma niente di eccezionale per un giocatore che dovrebbe fare la differenza), Saccullo voto 6,5, all’andata ha sofferto molto, oggi ha giocato bene effettuando diverse chiusure e restando in campo anche dopo una forte botta al braccio; Incognito voto 6,5, preciso nelle chiusure, soffre Bua ma riesce a tenerlo bene; Genna voto 6, qualche occasione ma nulla di eccezionale, corre molto ma produce poco; Prestianni voto 6, un tempo per un giocatore che non riesce a prendere il centrocampo ( Imbrosciano voto 7, con il suo ingresso l’attacco del Bronte prende vita, un po’ di movimento ma non riesce ad essere incisivo. Longhitano voto 6, una partita che non lo vede protagonista, ma cerca sempre di farsi trovare piazzato a centrocampo; Bruno voto 7, il solito leone, cerca di lottare su ogni palla ma i difensori del Maletto gli concedono ben poco. Basile voto 6,5 un giovane che ha talento, ma non riesce ancora a giocare con personalità, sbagliando anche le cose più semplici, ( Paterniti voto 6, cerca di fare del suo meglio, ma deve fare i conti con bravi avversari; All. Saitta voto 7, cerca di fare il meglio con quello che ha, buoni giovani a cui manca un po’ di esperienza ma comunque la certezza di aver disputato un buon campionato.

MALETTO: D’Amico voto 7, sempre pronto nelle poche volte in cui è stato chiamato in causa; Catania voto 7, difende e spinge in continuazione, prima a destra e poi a sinistra, un po’ stanco nel finale; Spampinato voto 6,5, gioca bene, ma poi si fa male e deve uscire (Carmeni voto 7, entra in un momento cruciale, ma gioca con piglio da veterano); Calà voto 6,5 un grande cuore in mezzo al campo, corre e recupera anche se a volte soffre la velocità degli avversari; Liuzzo voto 7, il solito baluardo, anticipi in continuazione e rilanci per l’attacco; Sapia voto 7, anche lui un baluardo della difesa, difende bene e anticipa molte volte gli avanti avversari specie di testa; Caserta voto 6, non riesce a liberarsi degli avversari, lotta e combatte ma non trova sbocco; Giaquinta voto 8, l’uomo partita, non poteva esserci occasione migliore per realizzare il primo gol con il Maletto, gioca molti palloni e comanda a dovere il centrocampo del Maletto; Russo voto 6,5, lotta come un dannato anche su palloni impossibili, cerca la porta ma non la trova, esce stremato; (Gugliuzzo voto 6, entra e corre senza fermarsi, ottimo recupero di diversi palloni che potevano creare pericolo), Bua voto 6, non trova molti sbocchi, anche se prova a cercare il gol, nel finale mangia un gol cercando un bolide invece di piazzare il tiro, Finocchiaro voto 6,5, non al top fisicamente, cerca di creare qualcosa ma non riesce come al solito, tiene palla e fa respirare la difesa; All. Tomaselli voto 7,5, indovina tutto, dalla formazione alle sostituzioni, e si porta a casa tre punti d’oro, e la quasi certezza dei play off, cosa mai riuscita ai suoi predecessori al Maletto.

Arbitro Di Giorgio voto 7, buon arbitraggio, lasciando giocare all’inglese, piccoli errori ma molto veniali e con lo stesso metro di giudizio per entrambe le squadre.

 

SECONDA CATEGORIA GIRONE “F” RISULTATI E CLASSIFICA

Calatabiano – Antillese                   5-1

Novara – Maniacese                      0-2

Russocalcio – Robur                      2-2

S. Domenica Vitt. – S. Alessio       3-1

Letojanni – S. Alfio                        2-0

Alì Terme – Città di Gaggi              3-0  a TAVOLINO

CLASSIFICA: Robur 40 punti; Maniacese e Alì Terme 35 punti; Russocalcio e Città di Gaggi 29 punti; Letojanni e Calatabiano 24 punti; S. Alfio 23 punti; S. Domenica Vitt. e Novara 21 punti; S. Alessio 20 punti; Antillese 18 punti;

Maniacese e S. Alessio una partita in meno, S. Alfio due partite meno;

NOVARA – MANIACESE    0-2

NOVARA: Costantino, Rizzo, Truscello, Chiofalo, Calabrese, Mazzeo, Bonanno, Catalfamo, Gullo (55′ Sofia), Grasso, Alvesi (60′ Lombardo); All. Bartolotta;

MANIACESE: Cantali, Cosentino, Galati, Conti, Quattropani, Proietto (65′ Lupica), Ciancio, Parasiliti, Zerbo, Scandurra, Longo (80′ Cono Genova); All. Conti;

Arbitro: Trovato di Siracusa;

Reti: 17′ pt Galati, 15′ st Scandurra;

La Maniacese espugna il comunale “Luigi Caliri” di Novara di Sicilia con un gol per tempo. Una buona prestazione e vittoria legittimata dalla traversa colpita da Scandurra, autore della seconda marcatura, dopo quella di Galati. Undicesimo successo in campionato per la squadra di Maniace, il quarto esterno. Contro il Novara, al 17′ la rete di Galati su punizione, complice la non perfetta presa del portiere di casa. Per il resto, sul finire del primo tempo, ancora un tiro da fermo, questa volta il pallone calciato da Scandurra finiva la sua corsa sulla traversa. Per i padroni di casa, dopo il vantaggio degli ospiti, il colpo di testa di Gullo, fermato dal portiere Cantali. Il raddoppio ospite nella ripresa, al 15′, sul contropiede di Scandurra, nulla da fare per il portiere di casa.

Enzo Lo Presti