CALCIO LOCALE: IL MALETTO ESORDISCE CON UNA VITTORIA

0

AS MALETTO – FIAMMA RAGALNA 2-1 E’ iniziata nel migliore dei modi l’avventura dell’AS Maletto in questo campionato di 2° Categoria, la squadra del Presidente Proto e di mister Orefice ha difatti esordito con una vittoria ottenuta al termine di una partita bella e combattuta contro la Fiamma Ragalna. La squadra che veniva da una lunga e pesante preparazione ha tenuto abbastanza bene, non risentendo più di tanto né della stanchezza, né della calda temperatura che c’era. La partita, come detto, è stata combattuta fino in fondo, con le due squadre che si sono date battaglia per ottenere la vittoria che infine è andata meritatamente al Maletto. Già nel primo tempo il Maletto ha trovato due gol, uno con Caserta, ed uno con Fornito, con altre occasioni sprecate, e con una supremazia a centrocampo che permetteva di chiudere il primo tempo in vantaggio di 2-0. All’inizio del secondo tempo, dopo 20 minuti circa, la Fiamma Ragalna usufruiva di un rigore, sul dischetto si presentava il N° 4 Famà, ma il tiro veniva neutralizzato dal bravo portiere del Maletto Vitaliti. Al 33° circa la Fiamma Ragalna accorciava le distanze grazie ad un autogol di Caserta, poi provava a cercare il pareggio, non trovandolo, ed anzi il Maletto, in contropiede, aveva la possibilità di segnare ancora, ma i giocatori del Maletto non concretizzavano. AS MALETTO – FIAMMA RAGALNA 2-1 AS MALETTO: Vitaliti, Luca ( dal 77° Gulino), Liuzzo, Saitta, Schilirò, Fallico, Caserta ( dal 88°Orefice), Fornito, Neri ( dal 58° Cantarella), Capizzi, Venia; in panchina : Spampinato, Gugliuzzo, Cuzzumbo, Mannino; allenatore Orefice. FIAMMA RAGALNA: Paternò, Giannello G., Triscari, Famà, Nicito, Giannello V., Mangano, Ranno, Anacito, Rapisarda, Signorello; in panchina: Gentile, Borzì, Spanò, allenatore: Finocchiaro. Ammoniti: Schilirò, Caserta e Capizzi del Maletto, e Spanò per la Fiamma Ragalna. STAFF www,bronte118.it

nella foto sotto : il Presidente Proto, il Segretario De Gennaro con Capizzi, Gugliuzzo e Spampinato, cresciuti nel vivaio del Maletto.