BRONTE: VERTICE SULLA “SALUTE” DELLA SANITA’

Riflettori puntanti sui servizi offerti dalla Medicina del territorio. La Commissione consiliare Sanità, presieduta dal consigliere Ernesto Di Francesco e composta per l’occasione dai consiglieri Giuseppe Ruffino e Vincenzo Sanfilippo, alla presenza del presidente dell’Assemblea consiliare Aldo Catania e dell’assessore alla Salute Angelica Prestianni, ha ricevuto nella sala della Giunta il direttore sanitario del Distretto, Antonio Salanitri. «Era importante – ha affermato il presidente Di Francesco – fare il punto sulla quantità e qualità dei servizi e chiarire gli aspetti che riguardano i medici pediatri della medicina di base». Ed il dott. Salanitri ha spiegato ai consiglieri come l’offerta sanitaria della Medicina del Territorio nel poliambulatorio di Bronte si sia arricchita notevolmente. Alle specialistiche già attive da tempo come Diabetologia, Oculistica, Otorino, Angiologia, Cardiologia, Endocrinologia e Medicina interna con competenze in ecografia, siano state aggiunte Pneumologia, Urologia Reumatologia, Fisiatria, Medicina dello sport ed Allergologia. «Continueremo – ha affermato Salanitri – a mantenere alta l’attenzione a beneficio degli utenti con l’obbiettivo di potenziare ulteriormente l’offerta». Argomento a parte la carenza di medici pediatri di base, con i consiglieri che hanno sottolineato come circa 300 bambini siano costretti a rivolgersi a pediatri di altri Comuni.

«Già la settimana scorsa – ha affermato l’assessore Prestianni – abbiamo segnalato il problema. Accogliamo con soddisfazione la notizia che l’Asp ha deciso assegnare un altro pediatra». Ed in effetti sull’argomento il dott. Salanitri ha tranquillizzato tutti: il nuovo pediatra arriverà. Il giudizio complessivo per la Commissione quindi è positivo con i consiglieri che hanno chiesto l’aumento delle ore per i servizi più richiesti: «Le ore settimanali degli ambulatori – ha spiegato Salanitri – rispettano precisi criteri dettati dal numero della popolazione e dalle prenotazioni. Accorgendoci dell’aumento dei tempi di attesa siamo pronti a richiedere un aumento delle ore». «La Medicina del Territorio è importante – ha concluso la Commissione all’unisono –da quando il Distretto sanitario è guidato dal dott. Salanitri, possiamo dire che è stato fatto il possibile per ridare linfa vitale ai servizi». Fonte “La Sicilia” del 30-04-2022