BRONTE: “UNA PROROGA ORA E’ IL MASSIMO POI VI DAREMO PIU’ SICUREZZA”

“Accogliete con fiducia una possibile proroga dei vostri contratti di lavoro per il 2013. Adesso, purtroppo, non c’è altro da fare. Poi individueremo il percorso legislativo per dare al vostro lavoro sicurezza e stabilità”. E’ quanto suggerito dal sindaco di Bronte, Pino Firrarello, all’assemblea dei precari della Pubblica amministrazione che lo stesso primo cittadino ha riunito nell’aula magna del Liceo Capizzi, per dire loro a chiare lettere quali sono i motivi che oggi impediscono ai sindaci di  stabilizzarli. All’incontro hanno partecipato il sindaco di Maletto Pippo De Luca, di Acireale Nino Garozzo e di Piedimonte Etneo Giuseppe Pidoto. Gli assessori del Comune di Randazzo, Antonino Zingali ed Alfio Ragaglia, ed i deputati regionali Nino D’Asero e Fabio Mancuso. Presenti anche i presidenti dei Consigli comunali di Maletto e Randazzo, Giuseppe Spatafora e Lucio Rubbino e l’assessore di Adrano Carmelo Santangelo. Numerosa la platea. Al Capizzi sono arrivati precari un po da tutti i Comuni dell’Etna e pure del Calatino. Tutti, alla luce anche dei rischi di non vedere rinnovati i contratti e di essere quindi licenziati definitivamente, hanno chiesto a gran voce di essere stabilizzati, ribadendo che non costituire sacche assistenziali, ma risorse produttive all’interno dei propri Enti. I sindaci, dal canto loro, hanno ribadito di essere pronti a fare la propria parte, ma norme come quella che impedisce ai Comuni di sforare il patto di stabilità, di superare il 50% del bilancio per le spese del personale e di dover prevedere concorsi esterni per ogni stabilizzazione interna,  ostacolano ogni manovra. Dal Collegio Capizzi però i precari sono usciti con grande speranza per il futuro.  “Per risolvere il problema – hanno affermato sindaci e deputati – ci vuole una norma specifica e che la Regione preveda i fondi”. “So che le vostre richieste sono legittime, – ha concluso Firrarello – ma sono difficili da esaurire. La verità è che la Regione siciliana ha un buco di 560 milioni e temo anche per i finanziamenti che devono ricevere i Comuni. Ho parlato del vostro problema e dei problemi della Sicilia con il ministro per la Coesione territoriale, Fabrizio Barca, e lo farò ancora. Il problema è che la Regione paga 140 mila stipendi e sono troppi. A causa anche di ciò e delle leggi in vigore ritengo che oggi raggiungere una proroga sia un obiettivo importantissimo. Accettatela, – ha concluso Firrarello – poi faremo il possibile affinché si mettano in atto strumenti utili per trovare una soluzione”.

L’addetto stampa Gaetano Guidotto     

 BRONTE: SI INAUGURA “MULTIVERSO DONNA”

La donna protagonista della colletiva d’arte dal titolo “Multiverso Donna” organizzata dalla Fidapa di Bronte, presso la pinacoteca Nunzio Sciavarrello. Questa sera alle 18 il taglio inaugurale da parte del presidente Fidapa di Bronte, Francesca Longhitano, alla presenza del sindaco, Pino Firrarello. Seguirà la relazione della dottoressa Maria Teresa Di Blasi, della soprintendenza ai Beni Culturali di Siracusa, sul tema “Le donne nell’arte: tra realtà ed immaginazione”, introdotta dai professori Salvatore Emanuele e Placido Antonio Sangiorgio.

 

BRONTE: OGGI ALLA SPEDALIERI NIENTE ITALIANO

Festeggia le lingue oggi la scuola media paritaria Nicola Spedalieri di Bronte. Dalle 9 del mattino fino alle 13, presso l’Auditorium del Real Collegio Capizzi, si svolgerà la “Giornata delle lingue” – cinese e inglese”. Gli studenti vedranno raccontare da insegnanti di madrelingua fiabe e racconti in inglese e cinese.