BRONTE: “UNA NUOVA FASE PER L’OSPEDALE CHE NON VERRA’ SMANTELLATO”

2016watermarked-img_5834Ecco la nuova mappa dei reparti e dei servizi dell’ospedale Castiglione Prestianni di Bronte, prevista nel nuovo piano delle rete ospedaliera siciliana. A renderla pubblica durante un incontro al Circolo di Cultura “Enrico Cimbali” di Bronte è stato il sottosegretario di Stato Giuseppe Castiglione e l’ex senatore Pino Firrarello. “Per l’ospedale si apre una nuova fase. – ha esordito Firrarello – Mercoledì scorso insieme con il sottosegretario Castiglione, l’assessore regionale alla Salute, Baldo Gucciardi, mi sono recato al Ministero della Salute. Alla fine abbiamo deciso che l’ospedale di Bronte avrà l’unità operativa di Chirurgia con il servizio di Ortopedia ed Endoscopia, la Medicina con servizi di Cardiologia e Diabetologia, i reparti di Ostetricia e Ginecologia, la Pediatria, la Psichiatria, l’Anestesia e la Rianimazione, la Radiologia e la Patologia clinica. Conto di ottenere anche L’ Urologia. Abbiamo – continua Firrarello – anche affrontato il problema dei lavori dell’ospedale, scoprendo che non è più materia del Ministero della Salute, ma dell’Agenzia dei beni sequestrati alla mafia. Sappiamo tutti, infatti, che i lavori dell’ospedale sono stati interrotti, perché l’impresa è stata commissariata. Di conseguenza ho subito interessato il ministro Alfano”. Poi Firrarello, cambiando argomento, ha raccontato tutto l’iter burocratico che ha portato all’ammodernamento del tratto di strada statale che da Adrano conduce a Bronte. Lo ha fatto ricordando quando fece finanziare il primo lotto nel lontano 1976, descrivendo l’impegno degli ultimi finanziamenti. “Ho sempre apprezzato Bronte – ha affermato – per la sua vivacità e la sua cultura, ma non ci sarebbe mai potuto essere vero sviluppo senza i giusti collegamenti. Di conseguenza nel mio progetto Bronte non poteva mancare l’ammodernamento della strada, che, un tempo, era stretta e piena di curve. Oggi finalmente i finanziamenti che ho attenuto da Cipe nel 2011 saranno utilizzati”. L’incontro è stato concluso dal sottosegretario Castiglione: “Il maggior impegno del Governo nazionale verso i temi della Sicilia è evidente. – ha affermato – Sappiamo quanto il tema delle infrastruttura sia prioritario per il Governo, ed in Sicilia questo si traduce con una serie di interventi edificanti come il Patto per la Sicilia, il Fondo di sviluppo e coesione, l’Accordo di programma quadro per le infrastrutture soprattutto viarie, che mette in campo 470 milioni fra cui l’ammodernamento dell’Adrano Bronte. Sulla Sanità stiamo lavorando al Piano della rete ospedaliera. Di appena qualche giorno fa l’incontro con il Ministro Lorenzin e l’assessore Gucciardi. Siamo risusciti a tutelare la specificità dell’ospedale di Bronte”. LUIGI SAITTA Fonte “La Sicilia” del 29-11-2016

sec-serv