BRONTE: TRATTORE “SOLLEVA” FUORISTRADA STRAPPANDOLO AL SIMETO FURIOSO

Il Simeto, in quel tratto di contrada Pietrarosse, lo avevano attraversato tantissime volte. Mai il grosso fuoristrada dalle imponenti ruote, era rimasto bloccato. Ieri due allevatori di Maniace non hanno fatto i conti con la piena dei giorni scorsi, che aveva trascinato pietre proprio sul passo, e sono rimasti bloccati nel bel mezzo del fiume, senza poter andare ne avanti e ne indietro. In pratica come sempre i due allevatori hanno affrontato la furia del Simeto con il loro grande Toyota. Giunti a metà strada però la ruota sinistra dell’auto ha urtato contro una pietra che ha lacerato il pneumatico. In queste condizioni non era più possibile muoversi. I due allevatori hanno chiamato aiuto, ed il loro soccorso è arrivato un collega con un altro fuoristrada. Ma riuscire a strappare la jeep dalla furia delle acque del Simeto, che nel frattempo avevano invaso l’abitacolo, è risultato impossibile. E così è stato lanciato l’allarme. Sul posto sono arrivati i carabinieri, la guardia forestale, i vigili del fuoco di Maletto e pure le ambulanze del 118. Assieme con loro un agricoltore con un robusto trattore che ha agganciato l’auto dentro il fiume e la ha tirata fuori. Per tutti un grande respiro di sollievo. Non è la prima volta che dei fuoristrada anche robusti rimangono bloccati dentro il fiume. In passato dei turisti sono stati salvati dalle acque del torrente Martello, ma è vero anche che spesso gli allevatori sono costretti a guadare il fiume sulle auto da una viabilità rurale anacronistica e non certo adeguata alle moderne esigenze di agricoltori ed allevatori.

Gaetano Guidotto fonte “La Sicilia” del 13-03-2012