BRONTE: NELLE SCUOLE LEZIONI SULLA DIFFERENZIATA «ANCORA DISATTENTO IL 40% DEI CITTADINI»

Aristotele diceva: “Noi siamo quello che facciamo ripetutamente. Perciò l’eccellenza non è un’azione, ma un’abitudine”. Il Comune di Bronte prende alla lettera gli insegnamenti del filosofo greco e ripete la campagna di informazione e formazione in tutte le scuole di Bronte, affinché la raccolta differenziata non sia un’azione, ma diventi un’abitudine. Per questo il sindaco Graziano Calanna e l’assessore Chetti Liuzzo, assieme al geometra Francesco Messineo del Comune e la Caruter (la società che per conto del Comune effettua al raccolta dei rifiuti), hanno organizzato una serie di incontri nelle scuole, ripetendo le lezioni effettuate nel 2017 sulla raccolta differenziata. «Diciamo che fino ad oggi siamo stati bravi – ha affermato l’assessore Chetti Liuzzo alle V classi del Liceo scientifico – ma dovremo migliorare. Noi adulti impariamo quando voi protestate al fianco di Greta. Ma al fianco di Greta bisogna restare ogni giorno, ed ogni giorno osservare le giuste pratiche per rispettare l’ambiente».

«Il fatto – ha aggiunto il sindaco Graziano Calanna – che in breve tempo abbiamo raggiunto il 62% di raccolta differenziata deve inorgoglirci. Esiste però quasi un 40% che ancora deve abituarsi per far sì che non solo si contribuisca alla salvaguardia dell’ambiente, ma si possano creare le condizioni per risparmiare in bolletta. Siate –ha esortato il sindaco – portavoce nei confronti degli adulti, affinché a Bronte l’in – dice di differenziata possa crescere ancora». Poi le lezioni durante le quali è stato spiegato che il servizio di raccolta è sempre porta a porta e sono stati comunicati gli orari di conferimento, il calendario di raccolta, i colori dei contenitori e cosa metterci dentro. Fonte “La Sicilia” del 07-11-2019