BRONTE: LA PASQUA DELL’ASSOCIAZIONE BRONTE: FEDE, FOLCLORE E TRADIZIONE

Una Pasqua sui generis.
L’Associazione Bronte: Fede, Folclore e Tradizione non si è lasciata demoralizzare da questi giorni di isolamento che hanno colpito  imperturbabilmente anche la settimana appena trascorsa. In verità, una settimana diversa da tutte le altre, la Settimana Santa. Periodo nel quale maggiormente si concentrano le attività dell’Associazione che quest’anno doveva realizzare la quinta edizione della tanto rinomata Mostra “Fede, folclore e tradizione…la cultura consegnata dai nostri padri”. I soci hanno messo da parte lo scoraggiamento e in tempi di covid-19, hanno lavorato incessantemente per i concittadini brontesi, rendendo onore al proprio statuto che cita la solidarietà sociale. La prima iniziativa riguarda un gesto concreto di affidamento di tutto il paese alla protezione dei Patroni San Biagio e la Madonna Annunziata. Questa idea trae spunto dal libro di Don Gesualdo de Luca in cui si narra che durante l’epidemia di peste colera del 1837 i brontesi risposero esponendo le immagini dei Santi Protettori su porte e finestre e alla fine la città ne fu salva uscendone quasi indenne.
Dunque, l’associazione ha svolto questo lavoro al posto della popolazione, attaccando delle immaginette (generosamente donate da tutte le tipografie brontesi) raffiguranti le due statue e la scritta “intercedete per noi” con l’ormai celebre hashtag #AndràTuttoBene. I soci raccontano: “la gente ci aspettava fuori dai balconi, talvolta festante, talvolta con gli occhi lucidi, pieni di commozione per il bel gesto ricevuto”. Il tutto, ovviamente, è stato eseguito rispettando il DPCM e concordando le modalità con le Forze dell’Ordine.

Un’altra lodevole iniziativa portata avanti riguarda la Settimana Santa Digitale (così è stata da loro stessi ribattezzata). Accogliendo l’appello di aiutare i cittadini che sono costretti a stare a casa a superare la noia e l’inattività, è stato ideato un palinsesto ricco di contenuti, gratuito e fruibile da tutti nella pagina Facebook dell’Associazione: ogni giorno sono stati trasmessi filmati delle vecchie edizioni del venerdì Santo, come anche dirette per seguire le varie funzioni della Settimana Santa.

In conclusione, il Presidente Valerio Luca ci annuncia una novità.

“Dato che la domenica di Pasqua è sempre stata la giornata nella quale l’emittente locale ha trasmesso le riprese della processione del venerdì Santo appena trascorso, quest’anno, in linea di continuità, alle ore 17:00 (il giorno di Pasqua) verrà pubblicato sulla pagina Facebook il video dal titolo “Venerdì Santo 2020” – continua –  “abbiamo montato questo video che ai tempi del CoronaVirus vuole essere anche un omaggio al nostro personale sanitario. Non mancheranno le scene tradizionali della processione ma sarà una novità tutta da scoprire, non aggiungo altro se non affermare che abbiamo fatto col cuore questo regalo alla nostra Bronte unita che, stante il periodo di emergenza sanitaria, è costretta a rinunciare alle proprie tradizioni, unico rifugio in un tempo di sconforto come questo.
A nome di tutti i soci auguro una Pasqua carica di nuova speranza!”