BRONTE: GLI STUDENTI “ADOTTANO” IL SACRARIO E L’ANFITEATRO

radiceI ragazzi della quarta classe dell’indirizzo scolastico Cat (Costruzioni, Ambiente e Territorio) dell’Istituto “Benedetto Radice” di Bronte, prima conosciuto come Istituto per Geometri, in collaborazione con il Comune di Bronte, hanno “adottato” due aree pubbliche della cittadina. Si tratta del sacrario del Monumento ai Caduti di piazza Spedalieri e dell’anfiteatro di contrada Sciarotta. Lo hanno fatto per partecipare al concorso indetto dal Miur (Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca) e dell’associazione di salvaguardia dei beni culturali, artistici e naturali ” Italia Nostra”, intitolato “Le pietre ai cittadini”. Il concorso, inserito nel progetto di legalità “Cittadinanza consapevole per una cultura di pace e legalità”, redatto dall’Istituto brontese, vedrà i ragazzi prendersi cura dei due angoli della cittadina. Per questo, decespugliatori ed attrezzi agricoli in mano, alla presenza del sindaco Calanna, dell’assessore Bortiglio e del consigliere comunale Longhitano, gli studenti hanno già ripulito dalle erbacce l’anfiteatro di contrada Sciarotta e domani mattina daranno una bella ripulita al sacrario dei caduti. I docenti referenti dell’iniziativa sono le prof.sse Venera Sgroi e Carmela Grassia ed il prof. Sebastiano Calatabiano. “Si tratta – ha affermato la professoressa Sgroi – di un chiaro esempio di cittadinanza attiva”. Soddisfatto il sindaco Graziano Calanna: “Il Comune ha aderito – ha affermato – perché questo progetto stimola la sensibilità dei cittadini verso il patrimonio pubblico. Che una scolaresca adotti un bene pubblico è bellissimo perché sancisce il concetto che questo appartiene a tutti”. Fonte “La Sicilia” del 03-04-2016