BRONTE: FOTOGRAFA IL PROPRIO VOTO MA VIENE DENUNCIATO

Fotografa il proprio voto e si becca una denuncia per avere violato il decreto legge 49 del primo aprile 2008, che mira ad assicurare la segretezza del voto. E’ accaduto nella cittadina di Bronte, impegnata nel rinnovo delle cariche politiche amministrative. L’uomo è entrato all’interno del seggio, ha consegnato i documenti ed ha atteso di ricevere la scheda elettorale. Dopo è entrato in cabina e, dopo aver votato, ha preso il proprio telefonino e fotografato la sua espressione di voto. Purtroppo per lui, il presidente del seggio ha notato qualcosa di strano ed ha avvertito i carabinieri. L’uomo, quindi, temendo di essere perquisito, ha consegnato il telefonino ai militari dell’Arma, cui è stato facile risalire all’ultima fotografia scattata, che riprendeva proprio il voto sulla scheda. L’elettore così è stato denunciato. Carabinieri particolarmente attenti in tutti i seggi elettorali per garantire la regolarità del voto. In particolare, ieri mattina, in 2 seggi le operazioni sono iniziate con qualche minuto di ritardo. Il tempo cioè di permettere agli addetti di staccare da terra numerosi volantini elettorali che qualcuno aveva pensato bene di attaccare con la colla nei pressi dei seggi.

Fonte “La Sicilia” del 31-05-2010